lunedì, 20 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Roma, una Piazza per Berlusconi contro la magistratura
Pubblicato il 22-03-2013


Berlusconi-manifestazioneI rappresentanti del Popolo della Libertà manifesteranno oggi a Piazza del Popolo al grido “Tutti con Silvio” e contro l’oppressione fiscale, burocratica e giudiziaria. Contestualmente alla mobilitazione del Pdl, prevista a partire dalle ore 15, nella non distante Piazza Santi Apostoli si svolgerà un’altra manifestazione organizzata dal “Popolo viola”, e che avrà come protagonista sempre il Cavaliere. Ma con toni e motivazioni opposte. Il movimento si riunirà infatti per chiedere l’applicazione della legge 361 del 1957, secondo cui Berlusconi è ineleggibile in Parlamento. Nel frattempo, in attesa di conoscere la data dell’udienza, e dunque stabilire se i processi Mediaset e Ruby resteranno nel capoluogo lombardo o verranno trasferiti a Brescia, l’udienza del processo d’appello in calendario oggi, si preannuncia solo tecnica.

LE SORPRENDENTI PREVISIONI DEL PDL – Il Pdl ha giustificato la manifestazione di oggi, ricorrendo a motivazioni legate alla lotta contro l’oppressione fiscale, burocratica e giudiziaria. L’evento, che vedrà l’intervento di Berlusconi per le ore 16, secondo gli esponenti del partito servirà a rimotivare le truppe e ricordare che, se si dovesse tornare alle urne, il partito di Berlusconi c’è. Fonti di palazzo Grazioli prevedono cifre esorbitanti che parlano di «tremila i pullman, quattro treni speciali» e si scommette su 150 mila persone a riempire piazza del Popolo.

L’EVENTUALE SPOSTAMENTO DEI PROCESSI – Nel frattempo, la decisione di assegnare alla sesta sezione della Suprema Corte l’istanza di spostare da Milano a Brescia i processi Ruby e quello Mediaset sui diritti tv a carico del Cavaliere sembra imporre ai giudici del Tribunale e della Corte d’Appello di sospendere i procedimenti in corso a Milano, in vista della decisione della Suprema Corte. Non si tratta di una regola, bensì di un’eventualità piuttosto verosimile.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento