giovedì, 18 gennaio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scandalo Mps, si toglie la vita il capo della comunicazione David Rossi. Cordoglio della banca
Pubblicato il 07-03-2013


David Rossi-Mps-suicidioUn salto nel vuoto da una grande finestra. E una vita di 51 anni che si schianta sul vicolo interno dell’edificio storico del centro di Siena. Il nome di David Rossi, responsabile dell’area comunicazione della banca Mps, non era iscritto nel registro degli indagati. Era stato solo perquisito nell’ambito dell’inchiesta che ha travolto l’istituto di credito senese. Parole di cordoglio sono state espresse dalla banca, dal presidente e dall’amministratore delegato. L’uomo era rimasto nell’istituto di credito toscano anche dopo il cambio dei vertici.

IL SALTO NEL VUOTO – Poco dopo le 21 di ieri sera, Rossi ha deciso di lanciarsi dalla finestra del suo ufficio della sede di Rocca Salimbeni, storica sede della banca, finendo in un cortile interno. Il manager, sposato, ha lasciato un biglietto indirizzato verosimilmente alla moglie, rinvenuto nel cestino: «Ho fatto una cavolata». A capire il tragico gesto è stato il suo segretario che, entrato nella stanza del manager, ha visto la finestra aperta e ha capito tutto.

PM DISPONE AUTOPSIA SU SALMA ROSSI – La Procura di Siena ha disposto l’autopsia sul cadavere di David Rossi, il responsabile dell’area comunicazione di Mps. Non sembrano esserci dubbi sul suicidio, come avrebbero gia’ accertato i magistrati e la polizia scientifica. L’autopsia sara’ eseguita all’Istituto di medicina legale della clinica universitaria di Siena dal professore Mario Gabbrielli, direttore del Dipartimento di medicina legale del Policlinico senese.

SOPRALLUOGO PM IN UFFICIO DAVID ROSSI – I pm della Procura di Siena sono entrati poco fa nella sede di Mps, per un sopralluogo nell’ufficio di David Rossi a Rocca Salimbeni. L’indagine e’ condotta dal pm di turno Nicola Marini e con lui sono presenti nell’istituto anche Giuseppe Grosso, Antonino Nastasi e Aldo Natalini, i tre magistrati che si occupano dell’inchiesta sull’acquisizione di Antonveneta da parte di Mps. I magistrati stanno facendo alcune verifiche all’interno della stanza occupata dal responsabile dell’area comunicazione della banca senese, che ieri sera si e’ tolto la vita gettandosi dalla finestra del suo ufficio e sfracellandosi sul selciato dopo un volo di circa venti metri. La finestra del dirigente si trova sul retro della Rocca e guarda un vicolo privato, che si incrocia con via dei Rossi.

LE PERQUISIZIONI AL MANAGER – Lo scorso 19 febbraio il funzionario ebbe la visita, come sempre a sorpresa – sia nell’abitazione che in ufficio – degli agenti delle Fiamme Gialle. Lo stesso giorno erano stati perquisiti nuovamente anche l’ex presidente e l’ex dg di Rocca Salimbeni, Giuseppe Mussari e Antonio Vigni.

IL CORDOGLIO DELLA BANCA – Sul drammatico gesto, sono state espresse parole di cordoglio sui social network dalla banca Mps e dal presidente, Alessandro Profumo e dall’amministratore delegato, Fabrizio Viola. «Questa sera ci ha colpito una terribile tragedia. Siamo convinti di parlare a nome di tutti nel dire che, attoniti nel dolore, ci stringiamo in un fortissimo abbraccio ad Antonella, Carolina e a tutti i famigliari di David in questo difficilissimo momento. Questo tragico evento impone prima di tutto il rispetto per la persona, per il lutto della sua famiglia e di tutti noi, e richiede di trovare la forza e il coraggio di andare avanti e continuare nel nostro impegno come avrebbe voluto David». Questo il messaggio contenuto nella mail che i due esponenti dell’istituto hanno inviato ai dipendenti.

CHI ERA DAVID ROSSI – Entrato nel 2006 nella banca Mps, Rossi era considerato uomo vicino all’ex presidente Giuseppe Mussari, ora indagato nell’ambito dell’inchiesta che ha travolto l’istituto di credito. Oltre al ruolo di responsabile della comunicazione della banca, Rossi era anche vicepresidente del Centro internazionale di arte e cultura di Palazzo Te, nonché membro del consiglio di amministrazione di Vernice per i progetti culturali.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento