martedì, 18 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Vaticano, il 12 marzo inizierà il Conclave per eleggere il successore di Benedetto XVI
Pubblicato il 09-03-2013


Conclave-inizioMartedì 12 marzo. Questa la data dell’inizio del Conclave, fissata venerdì pomeriggio dai porporati elettori e non, riuniti nell’ottava congregazione generale del Collegio dei Cardinali, nel loro numero completo: 115. La notizia era attesa per le 19, ma è stata anticipata di oltre un’ora. Durante la mattina di martedì prossimo, nella basilica di S. Pietro, sarà celebrata la Messa “pro eligendo Pontifice”, quella messa che precede l’ingresso dei cardinali nel Conclave, mentre nel pomeriggio è previsto l’ingresso dei cardinali nella Cappella Sistina che ospiterà l’elezione del 266esimo Papa della storia della Chiesa cattolica.

QUORUM A 77 VOTI – Sarebbe dovuto essere di 117 il numero dei cardinali elettori, ma due di loro saranno assenti e le motivazioni sono state “accettate” dal collegio cardinalizio: l’indonesiano Julius Riyadi Darmaatmadia non sarà presente per infermità, mentre l’assenza dello scozzese Keith O’Brien è determinata da «motivi personali». Essendo sceso il numero dei porporati elettori, «il numero di voti necessari per essere eletto Papa, quindi, è di almeno 77» ha chiarito padre Federico Lombardi, portavoce della Santa Sede.

NO ALLE PERQUISIZIONI – Sulle eventuali perquisizioni nei giorni del Conclave, i porporati «non verranno perquisiti corporalmente mentre si sposteranno da una parte all’altra» ha spiegato il gesuita. Il personale intorno a Santa Marta e alla Sistina, che parteciperà al Conclave, come ausilio in varie funzioni, sarà controllato al metal detector. Ci saranno inoltre «forme di protezione degli ambienti con schermatura elettronica» per evitare comunicazioni da e verso il Conclave.

I CARDINALI ELETTORI NEL CONCLAVE – I 115 porporati che parteciperanno all’elezione del nuovo Pontefice hanno un età media di 71-72 anni e sono in gran parte scelti dal Papa dimessosi, Benedetto XVI. Tra questi 60 elettori rappresentano il vecchio continente, 19 l’America latina, 14 l’America settentrionale, 11 l’Africa, 10 l’Asia e, dall’Oceania, vi è l’austrialiano George Pell. L’Italia è e resta il paese più rappresentato nel Conclave con 28 cardinali elettori italiani, cui seguono gli Usa con 11 cardinali e la Germania con 6 porporati elettori.

IL CONCLAVE – Il termine “conclave” deriva dal latino, “cum clave”, cioè (chiuso) con la chiave e solitamente fa riferimento sia alla sala in cui si riuniscono i cardinali per eleggere il nuovo papa, sia la riunione vera e propria. A partire dall’inizio del secolo scorso sono stati eletti 9 Pontefici e, in media, il conclave è durato 3 giorni. Nel 2005 Joseph Ratzinger divenne Papa Ratzinger dopo 4 scruitini, e il Conclave durò 1 giorno.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento