lunedì, 11 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Dopo la sentenza di condanna il Cavaliere convoca la piazza contro la magistratura
Pubblicato il 10-05-2013


Berlusconi-condannato manifestazioniIl Pdl cavalcherà la piazza contro la magistratura. La giustificazione sempre la stessa: basta con la persecuzione dei giudici nei confronti del Cavalier Berlusconi. E il Popolo delle “Libertà”, che qualcuno potrebbe anche definire delle “impunità”, sceglie la roccaforte “azzurra” di Brescia dove, tra l’altro, si terranno le elezioni comunali il 26 e 27 maggio. «In Italia si vuole creare un caso da ogni cosa: la manifestazione di Brescia, dove tra l’altro si vota, era stata decisa da tempo, oltre a quelle di Roma e di Bari. Se capita dopo la sentenza sui diritti tv è soltanto un fatto casuale». A dichiararlo è l’esponente pdellino Altero Matteoli sottolineando la concomitanza tra la “chiamata alle armi” e il prossimo appuntamento elettorale. Ma, anche, la città dove i legali Mediaset avevano chiesto il trasferimento, respinto, del famoso “processo per i diritti Tv” che si è concluso con la condanna in appello, a 4 anni, per Silvio Berlusconi.

LA STRATEGIA DEL GIAGUARO – Il Pdl, comunque, sta bene attento a non mescolare la polemica contro i giudici con le questioni relative alla tenuta del governo: «non sarà una sentenza ingiusta a far cadere il governo. Semmai sarà l’incapacità mia e di questo governo a risolvere i temi» più importanti dell’economia e della crisi, ha spiegato il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi. Insomma, gli esponenti del Pdl già escono allo scoperto in merito alla strategia adottata: mostrare responsabilità, per poi essere pronti a tirarsi fuori al momento opportuno e passare come i “salvatori della patria”.

I 5STELLE CONTRO IL CAV – Nonostante i toni rassicuranti, la manifestazione di Brescia potrebbe non essere un fatto isolato. Lunedì prossimo è, infatti, in programma una nuova udienza del cosiddetto processo Ruby e il Pdl potrebbe ripetere la manifestazione che lo scorso 11 marzo portò fra mille polemiche esponenti e militanti del Pdl di fronte al tribunale di Milano. Nel frattempo contro Berlusconi si scatenano i grillini. La capogruppo del M5S alla Camera, Roberta Lombardi, ha scritto su Facebook che «il Movimento 5 Stelle chiederà l’ineleggibilità di Silvio Berlusconi in Parlamento. Vedremo chi la voterà».

IL CAPOGRUPPO PD, «IN UN PAESE DEMOCRATICO INAMMISSIBILE MANIFESTAZIONE CONTRO MAGISTRATURA» – «In un paese democratico non si manifesta contro la magistratura che rappresenta un potere autonomo dello Stato. Sarebbe opportuno che in questo momento prevalga in tutti il senso di responsabilità». Lo ha dichiarato Walter Verini, capogruppo Pd alla commissione Giustizia della Camera, a proposito della manifestazione organizzata dal Pdl per sabato a Brescia in difesa di Berlusconi.

GELMINI, CAV.CONFERMA LINEA SOLIDARIETA’ GOVERNO – «Berlusconi conferma la linea della solidarietà al governo perché la politica deve dare risposte ai cittadini. Certo è che la manifestazione di Brescia sarà occasione per una testimonianza forte del nostro popolo nei confronti di Berlusconi. Siamo di fronte a un uso politico della giustizia ai danni di Berlusconi e della democrazia». È quanto affermato Mariastella Gelmini, ex ministro dell’Istruzione, dopo la sentenza di condanna del Tribunale di Milano, che ha aggiunto: «Il problema giustizia in Italia è evidente e il centrodestra è vittima dei toni che un pezzo di magistratura utilizza contro Berlusconi. Su Nitto Palma c’era un patto, ci sono stati problemi, ma alla fine tutto si è risolto. Sono contenta che una figura competente come quella di Nitto Palma sia stata eletta».

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

@robbocap

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento