mercoledì, 13 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

In orbita il razzo “Vega”, fiore all’occhiello dell’eccellenza italiana
Pubblicato il 07-05-2013


Razzo-VegaÈ stato lanciato con successo la notte scorsa, nonostante una leggera pioggia, il secondo esemplare del razzo europeo Vega, partito per il suo primo volo commerciale senza ulteriori rinvii dalla base dell’Agenzia spaziale europea (Esa) a Kourou nella Guyana Francese. Il lanciatore gestito dall’Esa in collaborazione con l’Agenzia spaziale italiana, è costruito per il 65 per cento in Italia dalle industrie Avio di Colleferro, in provincia di Roma, ed è dotato di un sistema di guida interamente italiano.

IN ORBITA I PRIMI CARICHI COMMERCIALI – In questo suo primo volo operativo ha portato in orbita un satellite istituzionale ed i primi due carichi commerciali: il satellite Proba-V dell’Esa, che effettuerà un censimento globale della vegetazione della Terra, il satellite vietnamita Vnredsat e un piccolo Cubesat estone, posizionati su orbite diverse: a 600 e 800 km d’altezza, operazione che ha richiesto circa due ore e l’accensione supplementare per 5 volte del motore del quarto stadio del razzo.

VEGA «FIORE ALL’OCCHIELLO DELL’ECCELLENZA ITALIANA» – «Il secondo grande successo di Vega», ha dichiarato Enrico Saggese, presidente dell`Agenzia spaziale Italiana, «conferma il ruolo di eccellenza dell`Italia nel settore spaziale. Vega è il fiore all’occhiello del nostro Paese, il suo elevato valore industriale ci rende protagonisti nello scenario mondiale. L’era commerciale iniziata oggi ci vede impegnati anche nell’evoluzione di Vega, sia assicurando la sua costante progressione tecnologica, sia migliorando le caratteristiche delle capacità di carico, in modo da permettere una programmazione di diversi lanci l’anno. Da oggi inizia a essere sempre più evidente il potenziale di questo piccolo lanciatore, così agile e versatile da renderci estremamente competitivi a livello internazionale in un settore strategico».

AL VIA IL PROGRAMMA “VERTA” – Con il primo lancio operativo di Vega ha preso l’avvio il programma Verta dell`Esa il cui obiettivo è dimostrare la versatilità del lanciatore su una molteplicità di missioni differenti; i lanci previsti nel programma sono cinque. Ad oggi il costo di un volo è di 35 milioni di euro, ma si prevede di introdurre diversi miglioramenti anche con l’obiettivo della riduzione del costo di lancio. Vega porta piccoli satelliti di alta tecnologia che a orbite basse compiono un utile lavoro di osservazione ambientale e costituisce una sorta di nave scuola che permette ai nostri ingegneri di conquistare formazioni professionali d`avanguardia. Da queste derivano ricadute utili nelle applicazioni della nostra vita quotidiana in vari campi, rafforzando nel contempo la capacità industriale europea. Al programma Vega, finanziato in ESA per il 65 per cento dall`Agenzia Spaziale Italiana, partecipano anche Francia, Olanda, Svizzera, Belgio, Spagna e Svezia.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento