martedì, 12 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Partono le Commissioni: tensioni Pd-Pdl sul nodo Giustizia, ‘no’ a Nitto Palma
Pubblicato il 07-05-2013


Commissioni-Camera-SenatoSembrava ormai fatto l’accordo sul nome di Nitto Palma alla presidenza della Commissione Giustizia del senato tra Pd E Pdl. E, invece, ancora nulla di fatto. I democratici hanno infatti votato scheda bianca e non sono bastati prima i 12 e poi i 13 delle due votazioni. E, anche sulla votazione di domani attesa per le 14 calano ombre sinistre visto che  manca un voto all’appello per raggiungere anche la maggioranza semplice, visto che i componenti della commissione sono 26. Un risultato che ha fatto inalberare Renato Schifani, capogruppo del Pdl al Senato che ha commentato seccato: «Ognuno si assumerà le proprie responsabilità».

ACCORDO SALTATO SULLA GIUSTIZIA? – Non fanno ben sperare sulla possibilità di raggiungere un accordo le dichiarazioni del giudice Felice Casson, senatore del Partito Democratico che ha risposto all’uscita di Schifani annunciando che, da domani, i democratici «voteranno un loro candidato». L’ennesimo segnale di frizione tra i due principali partiti sostenitori della “larga coalizione” guidata dal premier Enrico Letta. Nel frattempo, man mano che le votazioni procedono, vengono confermati gli altri presidenti su cui si c’era stato accordo tra Pd, Pdl e Scelta Civica. Ancora da scegliere la diatriba in merito alle presidenze delle due commissioni di vigilanza, Rai e Copasir, rivendicate dai 5stelle che sostengono di essere l’unica vera forza d’opposizione e, pertanto, gli unici legittimi candidati alle due poltrone. Lo stesso Beppe Grillo, via Twitter, è tornato a ribadire che «la prassi vuole che le presidenze del Copasir e della Vigilanza Rai vadano all’opposizione, ovvero al MoVimento 5 Stelle», riecheggiando le parole del capogruppo al Senato, Vito Crimi.

PARTONO I LAVORI DELLE COMMISSIONI – Nel frattempo, dopo oltre due mesi di attesa, prendono il via i lavori delle commissioni parlamentari, finalmente costituitesi ufficialmente. In totale, alla Camera, il Pd ha totalizzato otto presidenze, Pdl cinque e Scelta civica una. Al Senato al Pd dovrebbero andare sette presidenze, al Pdl sei e a Scelta civica una.

LE COMMISSIONI DELLA CAMERA – Alla Camera la presidenza della commissione Giustizia è andata a Donatella Ferranti (Pd), Affari costituzionali a Francesco Paolo Sisto (Pdl), la commissione Esteri a Fabrizio Cicchitto (Pdl), la commissione Difesa a Elio Vito(Pdl), la commissione Bilancio a Francesco Boccia (Pd), la commissione Finanze a Daniele Capezzone (Pdl), la commissione Trasporti a Michele Meta (Pd), la commissione Cultura a Giancarlo Galan (Pdl), la commissione Ambiente a Ermete Realacci (Pd), la commissione Attività produttive a Guglielmo Epifani (Pd), la commissione Lavoro a Cesare Damiano (Pd), la commissione Affari sociali a Pier Paolo Vargiu (Scelta civica), la commissione Agricoltura a Luca Sani (Pd), la commissione Politiche Ue a Matteo Bordo (Pd).

LE COMMISSIONI DEL SENATO – Al Senato la commissione Affari costituzionali va ad Anna Finocchiaro (Pd), la commissione Giustizia a Francesco Nitto Palma (Pdl), la commissione Esteri a Pier Ferdinando Casini (Sc), la commissione Difesa e Nicola Latorre (Pd), la commissione Bilancio a Antonio Azzollini (Pdl), la commissione Finanze a Mauro Marino (Pd), la commissione Lavori Pubblici e Telecomunicazioni ad Altero Matteoli (Pdl), la  commissione Sanità a Emilia De Biase (Pd), la commissione Cultura ad Andrea Marcucci (Pd), la commissione Agricoltura a Roberto Formigoni (Pdl), la commissione Industria a Massimo Mucchetti (Pd), la commissione Lavoro a Maurizio Sacconi (Pdl), la commissione Ambiente a Giuseppe Marinello (Pdl). Resta da definire la commissione Politiche Ue, rispetto alla quale si fa il nome di Vannino Chiti (Pd).

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

@robbocap

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento