giovedì, 14 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tragedia al porto di Genova, una nave cargo abbatte la torre piloti. 7 morti e 2 dispersi
Pubblicato il 08-05-2013


Genova-tragedia-intÈ stata una manovra tragica quella del “Jolly Nero”, nave cargo da 17 tonnellate che ieri notte ha abbattuto la torre piloti nel porto di Genova, provocando la morte di sette persone e il ferimento di quattro, mentre due persone sono ancora disperse in mare. La nave è stata sequestrata e sono state aperte due inchieste per fare luce sulle cause dell’incidente. Secondo quanto si apprende, il comandante, interrogato in qualità di indagato, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nel frattempo il neoministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi si è prontamente recato nel luogo della tragedia per seguire lo svolgimento delle operazioni. Il governo riferirà oggi alle 16 in Parlamento. Di certo, per ora, c’è solo il fatto che un episodio di questo tipo, al porto di Genova, non si era mai verificato prima.

L’URTO TRA IL CARGO E LA TORRE – Erano da poco passate le 23.30 quando il cargo della linea Messina, che stava lasciando lo scalo per dirigersi a Napoli, ha toccato la struttura in cemento, alta circa 50 metri, nella quale vivono e operano numerosi dei piloti della Capitaneria di Porto. A causa dell’impatto della poppa della nave, la torre è crollata seppellendo le 13 persone che si trovavano dentro. Quattro sono riuscite a salvarsi perché sarebbero riuscite a gettarsi in mare prima del crollo della struttura.

APERTE DUE INCHIESTE – Le cause dell’incidente sono ancora da accertare: secondo alcune testimonianze la nave porta container avrebbe avuto un’avaria dei motori, motivo per il quale sarebbe diventata ingovernabile. Nel frattempo, per far luce sulle cause della tragedia sono state aperte due inchieste. Oltre alla procura di Genova ha aperto un fascicolo «contro ignoti per omicidio colposo», anche la Guardia costiera ha deciso di aprire un’inchiesta.

IL MINISTRO LUPI SUBITO A GENOVA – Nel frattempo il neoministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi, su richiesta del premier, si è prontamente recato a Genova. «Riferirò immediatamente» in Parlamento, ha dichiarato, aggiungendo che: «Il mare era calmo» dunque «sembra che la cosa possa essere legata solo a una manovra errata o a una avaria».

DOMANI LUTTO CITTADINO – Il primo cittadino di Genova, Marco Doria ha annunciato il lutto cittadino per la giornata di domani. «Mentre sono in corso le operazioni di ricerca dei dispersi – ha reso noto il Comune – il sindaco esprime il cordoglio dei genovesi ai familiari di coloro che hanno perso la vita nello svolgimento del proprio lavoro».

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento