mercoledì, 12 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Che mondo…
Pubblicato il 03-07-2013


Abbiamo due Papi. Non accadeva dal Quattrocento. Perché uno si è dimesso e non accadeva dal Duecento. In compenso abbiamo un presidente di colore negli Stati Uniti e non era mai accaduto. Non era mai accaduto, però, che gli Stati Uniti spiassero gli alleati. Poco credibili? O disattenti? Non era mai accaduto che la Cina comprasse il debito degli Stati Uniti. Chi lo poteva pensare durante la guerra fredda, mentre i maoisti, per spaventare l’occidente, proclamavano che la Cina era vicina, ma non in questo modo? Chi poteva supporre che i Paesi del nord Africa si sarebbero sollevati tutti insieme in nome della democrazia, ma sarebbero poi tutti finiti nella mani degli islamici?

E chi poteva immaginare che l’Europa sarebbe cominciata dalla fine e cioè dalla moneta unica anziché dall’unione politica? Chi avrebbe mai previsto che la fine del comunismo in Europa avrebbe condannato in Italia i partiti non comunisti? Chi avrebbe mai pensato che un leader politico italiano fosse condannato per finanziamento illecito, finisse in esilio e vi morisse e che il suo più grande finanziatore sarebbe diventato presidente del Consiglio? E chi avrebbe ipotizzato che un comico avrebbe ottenuto quasi la maggioranza relativa dei voti, dopo avere attraversato, nuotando come Mao, lo stretto di Messina?

Chi poteva supporre che negli ultimi vent’anni l’Italia avrebbe compiuto un capolavoro all’incontrario, peggiorando il suo debito pubblico, finendo in recessione e aumentando a dismisura la disoccupazione? E chi poteva prevedere che dopo questi epocali cambiamenti ci fossero ancora Santoro, Vespa, Lerner come vent’anni fa? E che un partito si chiamasse Popolo delle libertà come se estese un popolo delle dittature, che un altro si chiamasse Partito democratico come se esistesse un Partito antidemocratico? E che un altro si chiamasse Scelta civica, un partito di uomini politici, non una lista di cittadini? Che vi fosse poi un partito di Fratelli d’Italia in Italia è davvero bizzarro. Gli altri sono forse francesi o spagnoli? E che dire di un Movimento a cinque stelle, forse perché di meno si servivano le Bierre? O di una Rivoluzione civile forse perché quella sociale era di segno marxista, però coi comunisti italiani e i rifondatori? E che dire di Pippo Civati, di Pippo Baudo, di Pippo Calzelunghe? Qui è meglio tacere. Strane anomalie di un mondo sfuggito di mano…

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. In questo Paese da quando i tecnici hanno sostituito i politici ed i politici sono ridotti a fare i tecnici non c’è da meravigliarsi di niente in quanto la sovranità popolare è stata messa in un angolo e chi la fa da padrone sono i soliti noti speculatori, burattinai, che continuano a vivere sulle spalle dei lavoratori e delle persone oneste.

Lascia un commento