lunedì, 18 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Crisi, Squinzi: «Ancora lontana la chiusura della stagione nera dell’economia»
Pubblicato il 12-07-2013


SquinziNon solo la crisi economica italiana, ma anche il vacillare del già labile esecutivo, in questi giorni minacciato dal Pdl. Questi i temi toccati dal presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi durante il suo intervento all’assemblea dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili (Ance). Squinzi ha riconosciuto che qualcosa si sta muovendo, ma che si è «ancora lontani dalla fine della stagione nera». In merito alla tenuta del governo Letta, il numero uno degli industriali ha invitato a sostenerlo fino in fondo perché è «l’unico governo che abbiamo».

SQUINZI: ANCORA LONTANI FINE STAGIONE NERA ECONOMIA – «A un anno di distanza – ha dichiarato il leader di Confindustria – i nostri auspici per un’inversione di rotta che mettesse fine alla recessione faticano a realizzarsi: qualcosa si muove ma stiamo lontani dal considerare chiusa la stagione nera dell’economia». È dunque un bilancio magro quello che Squinzi tira dopo un anno di pressing degli industriali. Il numero uno di Viale dell’Astronomia ha poi reso noto che alla fine dell’anno «la caduta dovrebbe rallentare, tanto che nel 2014 dovremo vedere un Pil con segno positivo, un segno debole soprattutto se non faremo gli interventi necessari». «Un dato che non ci rende soddisfatti – ha detto ancora Squinzi – il nostro obiettivo è una crescita stabile al 2%, obiettivo ambizioso, ma necessario per la ripresa».

IL SOSTEGNO AL GOVERNO – Durante il suo intervento, Squinzi si è inoltre pronunciato in merito alla tenuta dell’esecutivo delle larghe intese, guidato da Enrico Letta. Per il presidente degli industriali la situazione politica è senz’altro fonte di preoccupazione, ma «questo è l’unico governo che abbiamo, non ci sono alternative e dobbiamo difenderlo fino in fondo». «Mi aspetto che ci sia una grande prova di responsabilità di tutti – ha aggiunto Squinzi – per assicurare continuità all’azione del governo».

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento