venerdì, 18 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il “popolo” del Cavaliere a Roma. Palco abusivo e segnaletica divelta
Pubblicato il 05-08-2013


belluskoneRaccoltosi in via del Plebiscito, di fronte alla sede del grande “capo”, il popolo del Pdl e’ sceso in piazza a sostegno del Cavaliere che torna, suo malgrado, a cavalcare la scena politica. Berlusconi e’ salito sul palco e si e’ sciolto in lacrime, commosso di fronte alla “sua” gente. Naturalmente l’ex capo del governo ha ribadito la sua assoluta innocenza oltre che il sostegno al governo di Enrico Letta.

LA REAZIONE DI LETTA – «Avremo modo di verificare i fatti concreti nei prossimi giorni» ha commentato il premier Letta che sottolinea come «quella che si apre è una settimana cruciale» per quello che riguarda l’attività’ parlamentare.

LA POLEMICA CON IL SINDACO – E la manifestazione a sostegno del Cavaliere non ha mancato di provocare polemiche con il neo eletto primo cittadino della Capitale Marino.  Il Campidoglio ha, infatti, fatto sapere che il municipio prenderà provvedimenti in merito provvedimenti alle irregolarità che hanno caratterizzato la costruzione del palco che non era autorizzata e ha provocato un illegale abbattimento della segnaletica stradale

PERSECUZIONE«La magistratura ha tentato di buttarmi fuori per 20 anni dalla politica, ora hanno raggiunto il loro traguardo», ha tuonato Berlusconi rispolverando la vecchia retorica della persecuzione. 
«Io sono qui, io resto qui, io non mollo», ha detto il leader “maximo” del Pdl. «Continueremo tutti insieme a combattere questa battaglia di democrazia e libertà facendolo diventare un Paese dove i cittadini non abbiano paura di trovarsi senza nessun motivo in carcere». Addirittura ad un certo punto Berlusconi si e’ spinto fino a citare quella stessa Costituzione che ha regolarmente cercato di demolire nel corso degli anni: «Nella nostra Costituzione c’è scritto che la sovranità appartiene al popolo non c’è scritto come dovremmo credere che l’articolo 1 dica che la sovranità appartiene alla magistratura che la esercita come vuole, questo è ciò che dovrebbe essere scritto nella costituzione vedendo la per la dolorosa realtà».

MEZZO FLOP – Sono stati 25mila i partecipanti secondo quanto hanno comunicato gli organizzatori. Sicuramente non la “folla oceanica” annunciata dai vertici del Pdl che, pure, hanno addotto a giustificazione un presunta ostilità del comune. «Malgrado la chiara ostilità del comune di Roma, che ha impedito a molti pullman di avvicinarsi al centro di Roma per scaricare i militanti e gli elettori che volevano esprimere il loro sostegno al presidente Berlusconi, la manifestazione è andata oltre ogni più rosea aspettativa» hanno tuonato i pdellini.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento