martedì, 26 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Paura al consolato Usa di Milano. Evacuato per allarme bomba
Pubblicato il 07-08-2013


consolatoPaura a Milano dopo l’allarme scattato per la segnalazione di una bomba negli edifici del consolato statunitense di via Amedeo 2, nel quartiere Turati. Artificieri con cani anti-espolosivo della Polizia di Stato sono intervenuti controllando l’edificio e bonificando l’area. Come conseguenza dell’allarme era stata disposta l’evacuazione della sede del consolato così come quella delle radio Montecarlo, Virgin e 105 che si trovano nello stesso stabile: le forze dell’ordine erano giunte sul posto a seguito di una segnalazione arrivata a mezzo lettera in cui si faceva riferimento alla presenza di un ordigno.

MASSIMA ALLERTA – La decisione di evacuare la sede diplomatica sarebbe arrivata direttamente dall’ambasciata americana a Roma, con la quale i diplomatici di Milano si sarebbero messi in contatto dopo aver scoperto la lettera.  La procedura, in realtà rientra i un protocollo prestabilito che regola le misure di sicurezza da mettere in atto di fronte a eventi di questo tipo. Inoltre, la lettera di minacce si inserisce nel delicato contesto in cui operano le sedi diplomatiche Usa alla luce dello stato d’allerta che ha interessato le ambasciate statunitensi in diversi paesi islamici chiuse per paura di attacchi terroristici fino al 10 agosto. Oggi il ministro degli esteri Emma Bonino aveva parlato di “minacce consistenti”.

LA LETTERA – La lettera, scritta a mano, sarebbe arrivata nella mattinata di ieri ma sarebbe stata aperta solo nel pomeriggio: all’interno un foglio con una “A” cerchiata, simbolo dell’Anarchia e la minaccia della presenza di un ordigno all’interno del palazzo. Secondo gli Agenti della Digos che hanno confermato la notizia,  la missiva sarebbe stata piena di “frasi farneticanti”.

INTERROTTA LA DIRETTA RADIO – Il personale delle radio presenti nell’edificio ha interrotto le dirette, è uscito dagli studi e si è trasferito nell’edificio adiacente. “C’è stato un allarme bomba per le sedi diplomatiche Usa di Milano e Roma” hanno spiegato gli speaker di Radio Monte Carlo, che hanno parlato di una lettera arrivata in Largo Donegani. “Analoghe verifiche – hanno aggiunto – sarebbero in corso negli altri consolati americani in Italia”.

Roberto Capocelli

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento