venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Umbria Folk Festival: musica e tradizioni popolari con i Nomadi, Capossela e Servillo
Pubblicato il 20-08-2013


Umbria folkSarà anche quest’anno Piazza del Popolo ad Orvieto, da oggi fino al 24 agosto, a fare da scenografia naturale all’Umbria Folk Festival. Alla sua settima edizione, la collaudata kermesse permette ai numerosi spettatori che ogni anno affollano la piazza umbra un viaggio appassionante attraverso la musica, le tradizioni popolari, i prodotti tipici, i luoghi storici, le culture diverse. Tra gli artisti che si alterneranno sul palco i Nomadi, Vinicio Capossela, Ambrogio Sparagna, Kozo Mostra, Imany, Ginevra Di Marco, Riccardo Tesi, Peppe Servillo, Francesco Di Giacomo e Fausto Mesolella. Tra i futuri obiettivi del festival, in questi anni in continuo crescita, c’è la trasformazione in un progetto ad ampio raggio, definito “terra e territorio”, che leghi la cultura della Madre Terra con l’enogastronomia e l’agricoltura e che coinvolga sempre più istituzioni, enti e aziende per creare scambi di tipo culturale, economico e commerciale che valorizzino il territorio.

NOMADI DA 50 ANNI – Ad aprire questa sera alle 21.30 la kermesse sarà il Nomadi 50 live tour 2013, con cui la band più longeva del panorama musicale italiano celebra i 50 anni in musica. Dal 1963 ad oggi i Nomadi hanno pubblicato in totale 51 fra dischi in studio, live e raccolte per un totale di oltre 15.000.000 di copie vendute, riconfermandosi ogni anno come gli artisti italiani con il maggior numero di concerti. Sul palco di Umbria Folk Festival, Beppe Carletti, Daniele Campani, Cico Falzone, Cristiano Turato, Massimo Vecchi e Sergio Reggioli ripercorreranno i pezzi più significativi del loro ricchissimo repertorio.

LE GIOVANI LEVE DEL FOLK – Domani, alle ore 20, spazio al meglio delle giovani leve del folk italiano con la seconda edizione del Contest nazionale Umbria Mei folk per band emergenti under 35, a cura del Mei (Meeting delle Etichette Indipendenti). Le 5 formazioni finaliste – Apulia 3 Project, Jfk e la sua Bella Bionda, Joe Petrosino, Macola & Vibronda, Ri-Briganti – si esibiscono prima del concerto di Ginevra Di Marco, in programma alle 22.30. Donna Ginevra e le Stazioni Lunari, questo il titolo dello spettacolo, ripercorre gli ultimi sei anni della ricerca musicale dell’artista fiorentina, volta a scoprire pezzi della tradizione popolare a partire dal bacino del Mediterraneo fino alle coste del Sudamerica e oltre. Ospite del concerto, che promette di coinvolgere il pubblico in un’onda emotiva continua, sarà Riccardo Tesi, alla sua seconda partecipazione ad Umbria Folk Festival. Compositore ed organettista di fama internazionale, è considerato uno dei musicisti più audaci e autorevoli della nuova scena world europea.

CAPOSSELA E LA BANDA DELLA POSTA – Il 22 agosto, alle 22, Vinicio Capossela presenta Banda della Posta in Musica per Sposalizi. Ironico, sentimentale, straripante nel suo istrionismo, Capossela arriva ad Umbria Folk Festival con un gruppo di suonatori – ex musicisti da cerimonia – con un vortice di musiche da ballo per sollevare l’umore e far girare la testa. Un repertorio di mazurke, polke, valzer, passo doppio, tango, tarantella, quadriglia e fox trot, che negli anni ’50 e ’60 si è codificato come una specie di classico del genere in un periodo nel quale lo “sposalizio” è stato la principale occasione di musica, incontro e ballo. Per far riscoprire, in anni dove tutta la musica tende all’elettronica, la bella semplicità di strumenti tradizionali che sono ancora in grado di far ballare (e sognare).

AL RITMO DI RAP E SKA – Il 23 agosto, alle ore 21, è in programma un Concerto Rap che porterà sul palco una star che verrà annunciata il 30 luglio prossimo. Alle 22.30 sarà invece la volta della ska band più nota della Grecia, Koza Mostra, con il loro primo concerto in Italia. Sono diventati famosi in tutta Europa dopo la partecipazione all’Eurovision Song Contest 2013 con il brano Alcohol is free e nonostante il 6° posto nella classifica finale sono riusciti ad ottenere il primo posto nei cuori di molti giovani europei (e non solo). Il loro originalissimo e trascinante mix di sonorità balcaniche, rock e ska li proietta tra le band più promettenti della nuova musica europea.

TRADIZIONI IN MUSICA CON SPARAGNA E SERVILLO – L’ultima serata di Umbria Folk Festival 2013, sabato 24 agosto, si apre alle ore 18 con la Festa della trebbiatura – un viaggio nel passato con la rievocazione, con macchinari d’epoca, di questa festa antica – a cui seguirà, alle ore 20, la Cena della trebbiatura. Alle 21 salirà sul palco un’altra rivelazione del panorama musicale: Imany, al suo primo concerto in Italia (dove ha già ottenuto il Disco d’Oro). Cantante soul africana dalla voce sensuale, il suo sound strizza l’occhio alla musica folk, ricordando Tracy Chapman all’inizio della sua carriera. La serata prosegue alle ore 22 con un altro appuntamento musicale d’eccezione, quello con L’orchestra giovanile di musica popolare diretta da Ambrogio Sparagna. Insieme all’Orchestra si esibiscono, come ospiti, il frontman degli Avion Travel Peppe Servillo, la voce solista del gruppo Banco del Mutuo Soccorso Francesco Di Giacomo e Fausto Mesolella, storico chitarrista degli Avion Travel.

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento