sabato, 19 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Un braccio piove dai cieli d’America ma “Le cose brutte non esistono”
Pubblicato il 19-08-2013


Le-cose-brutte-non-esistonoLeggi le prime righe di “Le cose brutte non esistono” (66THAND2ND editore) di Riccardo Romani e sobbalzi dalla sedia appena ti accorgi che un braccio piove dal cielo e s’infrange sull’auto del protagonista che viaggia in Texas sulla statale 84 che porta a Palestine. E capisci che sei in una terra di nessuno, di confine tra te e il niente. Ma è solo un attimo e la vicenda si sviluppa altrove, in una provincia italiana qualsiasi, con un uomo qualsiasi, un insegnante che cerca di fare ordine nella propria opaca esistenza, turbata da mille angosce rimosse. Ma capisci che quelle prime righe, che pensavi non c’entrassero nulla con tutto il resto, sono il sottotesto che ti darà la soluzione del viaggio.

PERSONAGGI  E NON – C’è il protagonista, un giovane senza nome, che fa l’insegnante in provincia, afflitto da un disturbo lacerante, l’acufene, che gli provoca una tempesta di rumori nel cervello e che non gli lascia tregua. C’è Senida, la ragazza bosniaca che vive a casa sua con il figlio, che si trascina nel corpo e nell’anima le violenze d’una guerra terribile e scompare lasciando un’esile traccia. C’è Alfonso Duro, altro oggetto delle lunghe peregrinazioni del nostro io narrante, una sorta di trafficante dai mille lavori sporchi che trovi là dove esplodono le follie umane. C’è l’attrice che custodisce i segreti verso i quali corre il nostro innominato, inseguito dal ricordo di un padre colonnello con il quale ha avuto un rapporto pressoché inesistente.

VIAGGIO NEL VIAGGIO – E’ un lungo itinerario alla ricerca della verità, costruita miglio dopo miglio, sino al tremendo impatto del 2 febbraio 2003 con i resti della navicella, lo Shuttle Columbia, esplosa davvero in volo il giorno precedente con sette astronauti a bordo. Alla fine è affare di chi legge arrivare. Un romanzo nel romanzo che merita d’essere “attraversato” come un viaggio capace di cambiarti.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento