martedì, 22 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Bartali, Nencini: «Libertà e giustizia che correvano in bicicletta»‏
Pubblicato il 23-09-2013


coppi bartali«Gino Bartali fu un uomo coraggioso, un numero uno, un “uomo giusto”. Sulle due ruote e nella vita». Questo il commento di Riccardo Nencini, segretario del Psi, presidente del Comitato d’onore dei campionati mondiali di ciclismo che si svolgono in questi giorni in Toscana, nel giorno in cui il campione di ciclismo, Gino Bartali, viene nominato “Giusto tra le nazioni” dallo Yad Vashem, il memoriale della Shoah di Gerusalemme. «Non fu certo un “eroe per caso”» prosegue Nencini, riferendosi a Bartali. «Mise a rischio la propria vita per salvare quella di centinaia di ebrei dalla barbarie nazista. Libertà e giustizia che correvano in bicicletta, spinte da un campione di umanità».

«Un riconoscimento che non sorprende chi, come me, ha avuto il privilegio di conoscerlo. I grandi uomini –  aggiunge Nencini – così come i grandi campioni, non agiscono in prospettiva di un riconoscimento pubblico, ma perché conoscono il sacrificio che li ha portati lontano, perché mettono il loro talento al servizio di chi è più fragile e vive nella condizione del bisogno. Lui avrebbe certamente apprezzato simili attestazioni di grandezza, ma nella sua umiltà e rudezza ne avrebbe quasi sminuito la portata. Questo atteggiamento verso la vita – prosegue il leader socialista – ha fatto di lui un italiano di cui essere orgogliosi. Gli allori, le medaglie, sono spesso destinate ad arrugginire. La dedizione verso il prossimo – conclude Nencini – è qualcosa che investe la storia».

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento