martedì, 22 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Un secolo dopo,
i giovani socialisti sono
i nuovi “ciclisti rossi”
Pubblicato il 23-09-2013


Ciclisti rossi 23092013Partiti da Faenza, salutati dal Sindaco Giovanni Malpezzi e dall’ex ciclista Angelo Miserocchi che negli anni ‘50 si impose sui bei nomi del’epoca, ieri mattina domenica 22 settembre, come cent’anni fa fecero i ciclisti rossi di Andrea Costa nell’agosto del 1913, i socialisti hanno ripercorso il tragitto di 17 km e attraversato il centro storico di Imola col tradizionale bracciale rosso e le loro bandiere. Dopo una sosta in piazza Matteotti si sono recati alla casa natale di Andrea Costa per deporre una corona commemorativa. Qui la Presidente del Consiglio Comunale Paola Lanzon e il segretario dei socialisti imolesi Gennaro Mancino hanno rivolto un indirizzo di saluto ai partecipanti.
Grande è stata l’adesione di cicloturisti di tutte le età: dai sette agli ottanta anni, fra i quali l’ex professionista Giovanni Cavalcanti, detto Gino, che ottenne diversi successi negli anni ’70.
Ai ciclisti intervenuti è stata donata una stampa numerata evocativa del pittore cervese prof. Giuliano Giuliani.
(redazione)

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento