domenica, 19 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

L’ira di Buemi
Pubblicato il 12-09-2013


Il nostro coraggioso commissario in giunta delle autorizzazioni a procedere Enrico Buemi ha lasciato la riunione che doveva fissare il calendario. Tutto ruotava attorno alla possibilità di svolgere la seduta lunedì o giovedì. I lunedisti e i giovedisti si sono accapigliati. E scontrati come se fosse per il bombardamento in Siria. E Buemi, né martedista né mercoledista, ha sbattuto la porta.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Io direi EROICO . Anzi proponiamolo per medaglia al valore .
    Nella strenuo tentantativo di impedire l’esclusione di Berlusconi dal senato in quanto evasore accertato . Si immolava uscendo dalla riunione sbattendo la porta.

    Il popolo italiano ti è grato.

    • C’è in questa vicenda la strumentalità degli ultras pro e contro Berlusconi a prescindere. Ritengo che il Compagno Buemi, investito quale Collegio Istruttorio e Giudicante, lo faccia, come credo, nello spirito di giustizia sociale Socialista e quindi in base alle carte e alla discussione sui singoli punti, decida secondo coscienza e non in base alle convenienze politiche. Non credo che Buemi abbia in mente “il salvataggio” di Berlusconi, ma la giusta applicazione delle Leggi nel rispetto della Costituzione.

Lascia un commento