domenica, 17 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Notizie in breve
Pubblicato il 19-11-2013


Roma – Il ‘concorsone ‘ e la riforma dei concorsi.

Il sindaco di Roma denuncia che il “concorsone” al comune di Roma – si legge in una nota del segretario del PSI di Roma Atlantide Di Tommaso – presenta dubbi di correttezza e trasparenza nella selezione dei candidati. E’ stata scoperta l’acqua calda. Bene ha fatto il sindaco Marino a denunciare i suoi dubbi ed altrettanto bene ha fatto a ritenere valida la selezione ormai avviata. Ora il problema rimane. Chi e cosa garantiscono la trasparenza e la correttezza degli esami? Un vecchio e risaputo problema, sempre affrontato con qualunquistiche dichiarazioni sulle raccomandazioni  oggi viene però anticipatamente denunciato dalla massima carica capitolina. Si cambia pagina, come recitava uno slogan dello stesso Marino nel corso della campagna elettorale che lo ha visto poi vincente. Per cambiare pagina è necessaria ma non sufficiente la denuncia, seppur coraggiosa, dello stato delle cose ma i cittadini vogliono avere la sicurezza che si cambia veramente pagina, e questa la può dare solo Marino. Le premesse ci sono aspettiamo gli sviluppi.”

 FI, Nencini: “Pietra su ventennio. Letta riferisca su legge stabilità e su obiettivi nuova maggioranza

“Oggi è stata messa una pietra sul ‘ventennio’. Il governo – sostiene Riccardo Nencini – ne trarrà beneficio a condizione che Letta lavori per una decisa discontinuità con l’esecutivo nato nella primavera scorsa. Discontinuità nel fissare l’agenda, che non è fatta solo di Imu sì-Imu no, e nella compagine di governo, alla luce sia della nascita di nuovi gruppi parlamentari figli del centrodestra, che dell’implosione di “Scelta Civica”. Il capo del governo faccia uso della chiarezza che oggi si impone per correggere vigorosamente la legge di stabilità. Letta venga in Parlamento a riferire sia sulle modifiche che intende fare e accettare sulla legge di stabilità che sugli obiettivi che la nuova maggioranza che lo sostiene si pone”.

Cancellieri, Nencini e Di Lello: “Da valutare il voto, chiarire gli angoli bui”

“Valuteremo – hanno affermato Riccardo Nencini e Marco Di Lello – il nostro comportamento sul caso Cancellieri una volta che avremo elementi più chiari, sulle telefonate tra il ministro e i Ligresti e sui contenuti di quelle conversazioni. Abbiamo creduto a quello che il Ministro ha riferito alle camere soltanto dieci giorni fa, e rifletteremo sulla nostra posizione alla luce di fatti nuovi. Nessuna caccia alle streghe, ma solo la necessità di chiarire gli angoli bui di questa vicenda”.

Piombino, Nencini: “Con la chiusura dell’altoforno Lucchini a rischio la competitività industriale

“Con la possibile chiusura dell’altoforno Lucchini non solo il Paese perderebbe un altro pezzo di produzione strategica, ma c’è il rischio di una desertificazione produttiva, che toglierebbe il futuro ad un’intera comunità, con la conseguenza di lasciare per strada migliaia di lavoratori e famiglie, tra diretti e indotto. A dichiararlo è il senatore Riccardo Nencini. “I senatori del Psi – ha proseguito il leader socialista – hanno pronta un’interrogazione parlamentare da presentare al governo e al ministro dello Sviluppo economico – ha annunciato Nencini che, nelle prossime settimane, incontrerà i lavoratori e i sindacati delle acciaierie Lucchini per raccoglierne le istanze – per chiedere urgentemente quale sia la politica industriale che intenda mettere in campo per risollevare questo importante settore strategico italiano e quali iniziative voglia  assumere per scongiurare una disastro industriale e occupazionale. É necessario che il governo attivi un tavolo di confronto per Piombino con la Regione, i sindacati e i lavoratori. Altrimenti consegneremo ai nostri figli un Paese indebolito, fragile e senza certezze. Siamo al fianco dei lavoratori delle Acciaierie Lucchini, della città di Piombino e dei suoi cittadini e amministratori” ha concluso il segretario socialista.

Governo, Nencini: “Letta rinnovi l’agenda delle priorità e precisi i confini della maggioranza”

“Letta ha la grande opportunità di imprimere una svolta al suo governo, rinnovandone l’agenda delle priorità e precisando meglio i confini della maggioranza che lo sostiene”. Lo ha detto Riccardo Nencini, segretario del Psi, intervenendo all’assemblea congressuale provinciale  a Firenze, dove sono stati nominati i delegati al 3° Congresso nazionale, che si svolgerà a Venezia dal 29 novembre al 1 dicembre. “Più che rimpastino nella delegazione di governo servirebbe allargare la compagine governativa alle forze che sostengono l’esecutivo. La prima occasione potrebbe presentarsi presto qualora i dubbi sul comportamento del ministro Cancellieri si concretizzassero”.

Pse: “Anche il Psi nell’organizzazione del congresso di febbraio a Roma 

“Il Psi – ha postato Riccardo Nencini sulla pagina Facebook – parteciperà attivamente, insieme al Pd, al coordinamento del congresso Pse, che si svolgerà il prossimo febbraio a Roma. La notizia è giunta dal Consiglio dell’Internazionale Socialista che ha avuto luogo a Istanbul. A comunicarcelo il responsabile per gli italiani all’estero del Psi, Luca Cefisi, unico rappresentante di un partito italiano nell’Ufficio di Presidenza del Pse”.

Terzo Congresso: in pieno svolgimento le assemblee congressuali provinciali

Si stanno svolgendo in tutta Italia le assemblee congressuali provinciali per la nomina dei delegati al terzo congresso nazionale del Psi, che si terrà a Venezia dal 29 novembre al 1º dicembre prossimi. Le mozioni presentate sono tre: la prima è del segretario in carica, Riccardo Nencini che si  ricandida alla guida del partito. Le altre due sono firmate da Franco Bartolomei e Angelo Sollazzo. Si sono svolte, ad oggi, il 19% delle assemblee di federazione provinciali del Psi, tra cui quelle di Bologna, Palermo, Massa Carrara, Livorno, Venezia. Poi sarà la volta di Firenze, Bari, Cosenza e altre. La mozione che fa riferimento a Nencini è in testa con l’81,03% dei voti. A seguire, la mozione Sollazzo con il 12,07% e quella di Bartolomei con il 6,90 % dei voti. Le assemblee provinciali si concluderanno entro il prossimo 24 novembre.

Basilicata: il 21 novembre l’assemblea congressuale per la provincia di Potenza del Psi

È fissata al 21 novembre, alle ore 17 nel centro sociale di Rionero in Vulture, l’assemblea congressuale per la provincia di Potenza del Psi. “L’assemblea congressuale – ha affermato il segretario regionale del Psi, Livio Valvano – provvederà ad eleggere i delegati che prenderanno parte al congresso nazionale del Psi che si terrà a Venezia a partire dal 29 novembre 2013. Per i socialisti lucani l’assemblea congressuale sarà anche il primo momento di riflessione post-elettorale, nella convinzione che il Psi, in Italia come in Basilicata, possa contribuire a creare i presupposti per un governo più forte e, soprattutto, più utile al Paese”.

Sassari: eletto il nuovo segretario provinciale del Psi

Pierangelo Masia è il nuovo segretario provinciale del Psi di Sassari. Già è iniziata la rifinitura del programma in vista delle prossime scadenze elettorali, tra cui elezioni regionali ed europee. “Tra i punti fermi di questo programma trovano ampio riscontro le problematiche relative alla gestione dell’acqua potabile che deve restare pubblica, come pubbliche devono restare le spiagge e le coste. Occorre poi – hanno affermato i socialisti – varare un grande piano pubblico di ammodernamento delle reti stradali e ferroviarie; e ancora la tutela dei beni archeologici, architettonici e ambientali con la modifica del Piano paesaggistico regionale perché diventi uno strumento più attento alle richieste e all’evoluzione della società ed affinché favorisca la ripresa economica dell’isola. Proponiamo la rimodulazione del porto di Porto Torres, con la creazione di due aree: una per le attività industriali e l’altra per le grandi navi da crociera e il diporto di grosso cabotaggio; un intervento immediato per salvare e conservare le spiagge rimaste delle coste del Nord Sardegna e il sistema dunale di Sassari – Sorso – Castelsardo. Infine, il Psi si schiera in difesa della scuola pubblica e contro i tagli indiscriminati che da anni sono compiuti sia da Roma sia dalla Regione, e chiede che vengano ripristinati i duemila istituti soppressi da governo con un provvedimento giudicato incostituzionale dalla Consulta”.

Toscana, risolvere il problema industriale di Piombino

“Non è continuando a perdere parte della produzione siderurgica italiana – ha detto Luca Baragatti, membro della segreteria regionale del Psi – che si risolve il problema industriale di Piombino. C’è bisogno della realizzazione di impianti innovativi di produzione dell’acciaio, ecologicamente compatibili, per il rilancio di un settore che non dovrebbe essere un peso per lo Stato, ma può diventare volano di sviluppo, se non altro per i prodotti di eccellenza che vengono lavorati all’acciaieria Lucchini. Piombino è la punta dell’iceberg di carenze presenti in tutto il Paese e nell’intero settore dell’industria siderurgica italiana. Piombino non deve chiudere. È necessario che il governo attivi urgentemente un piano nazionale per la siderurgia, carente se non quasi assente, e intervenga per salvaguardare i lavoratori” ha concluso Baragatti.

Agrigento, l’assemblea congressuale del Psi 

In vista del III Congresso Nazionale del Psi che si terrà a Venezia dal 29 novembre al 1º dicembre, la Federazione provinciale di Agrigento del Psi informa che entro e non oltre il 22 novembre p.v. verrà celebrato il Congresso. All’ordine del giorno verranno inserite le tre mozioni Congressuali Nazionali. La prima mozione “La società della fiducia” candida alla segreteria nazionale del Partito il senatore e compagno Riccardo Nencini. La seconda mozione “per il cambiamento e la rigenerazione del Psi” candida alla segreteria nazionale del Partito il compagno, Angelo Sollazzo. La terza mozione “Per una nuova grande forza socialista nella sinistra italiana” candida alla segreteria nazionale del Partito il compagno, Franco Bartolomei.

Benevento, fiducia al segretario uscente

“Si è voluto riconfermare la fiducia per l’ottimo lavoro svolto, al segretario uscente, – hanno commentato dal Psi sannita – che ben ha saputo rappresentare le linee programmatiche del partito. Pertanto dal prossimo congresso nazionale ci attendiamo un rinnovato slancio per il partito sia in ambito territoriale che nazionale. L’auspicio è che il Psi possa, attraverso una concreta azione sui temi sociali, economici ed occupazionali, saper interpretare al meglio il reale fabbisogno dei cittadini. Ci attendiamo, infine, che il Partito sappia essere motore propulsivo nell’ambito dell’intero mezzogiorno. Riteniamo che il Mezzogiorno sia il vero volano di sviluppo per una nazione protagonista e non subalterna anche nell’ambito europeo”.

Genova, dimissione del segretario provinciale del Nuovo Psi

Per motivi personali e professionali il dottor Mauro Antonio Caprile, della Federazione Provinciale di Genova del Nuovo Psi, rassegna le sue dimissioni dalla carica di segretario provinciale di Genova. Caprile aveva dato ottima prova di se sostenuto dalla lunga esperienza di militante e dirigente socialista, attivo già nel Psi ante la falsa rivoluzione di Tangentopoli del 1992. Su indicazione del presidente del consiglio provinciale di Genova GianFrancesco Sanna e ottemperando ai dettami statutari del Partito la segreteria regionale ha offerto la carica di segretario provinciale di Genova del Nuovo PSI al compagno Guglielmo Brighi che ha accettato. Brighi aveva già ricoperto nel NPSI la carica di segretario provinciale di Genova e di vice segretario regionale della Liguria.

Psi di Lucca: “Stagione fondamentale per il partito socialista”
“Si apre una stagione fondamentale per il Psi – ha reso noto dice Gabriele Martinelli del Psi di Lucca – che, tornato in Parlamento con le elezioni del 2013, approfondisce ed attualizza, con le assemblee congressuali locali, i temi che hanno sempre caratterizzato l’impegno politico socialista: il lavoro e l’occupazione, la necessità di una politica che parta dai problemi e dalle esigenze dei giovani e delle difficoltà finanziarie dei Comuni senza dimenticare la necessità di riaffermare i principi di un vero riformismo che possa cambiare leggi ormai inadeguate e favorire una nuova e concreta partecipazione dei cittadini a tutte le forme della democrazia”.

Messina: “I socialisti sostengono la battaglia del sindaco della città del Longano”

“La decisione del commissario dell’Asp 5 Manlio Magistri di procedere alla chiusura del punto nascite dell’Ospedale “Cutroni Zodda” di Barcellona, rappresenta un fatto gravissimo contro il territorio e gli utenti: per questo i socialisti sostengono la battaglia del sindaco della città del Longano e assumeranno le iniziative di lotta conseguenti”. Così il segretario provinciale del Psi, Maurizio Ballistreri, e il responsabile del partito di Barcellona P.G., Amedeo Gitto. “Il presidio di Milazzo non possegga le carte in regola per sopportare un bacino d’utenza di 150 mila abitanti e invocano l’intervento del presidente della Regione siciliana Crocetta e dell’assessore alla Salute Borsellino”.

Mondragone, il Psi interviene sulla questione dei cuccioli randagi

Il Psi interviene sulla delicata questione legata ai cuccioli randagi che ancora non conoscono la loro destinazione di accoglienza. “I cuccioli randagi – ha affermato Antonio Taglialatela – non vanno abbandonati al loro triste destino, l’Amministrazione faccia chiarezza con urgenza. La battaglia intrapresa, in queste ultime ore da diversi animalisti cittadini deve essere ascoltata, i cani randagi di Mondragone non possono essere nuovamente abbandonati, senza una struttura di riferimento. Avevamo promosso un’istanza e supportato una possibile petizione popolare per scongiurare qualsiasi iniziativa poco trasparente, ascoltando le voci e le preoccupazioni degli animalisti in merito alla gestione della problematica del randagismo. Una battaglia che da tempo abbiamo avviato per far sì che le Istituzioni iniziassero a trattare con serietà la questione del mantenimento dei cani abbandonati. Arrivammo anche a proporre un protocollo d’intesa o l’istituzione di un regolamento ad hoc. Purtroppo, l’opera di svilimento dei servizi pubblici portata avanti da parte dell’attuale Amministrazione continua imperterrita. Siamo pronti insieme a tutti i comitati e le associazioni animaliste della città ad attivarci affinché il sindaco e l’Amministrazione evitino distrazioni e inadempienze che mortificano i nostri cuccioli e coloro che da anni prestano loro soccorso e aiuto senza alcuna volontà di lucro. Noi saremo sempre vigili affinché i cani del Comune di Mondragone non subiscano violenze e mortificazioni e da subito proponiamo la promozione di progetti di prevenzione al randagismo, con campagne di educazione al rispetto degli animali e per la sicurezza della popolazione e degli animali e magari la creazione di un regolamento comunale sul tema” .

Napoli, continua la polemica sull’acqua avvelenata

Il consigliere regionale della Campania del Psi, Corrado Gabriele, annuncia che intende presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Napoli per chiedere “di accertare se non sia il caso di verificare gli estremi della violazione dell’articolo 658 del Codice Penale e vietare l’uscita in edicola del 15 delle copie” de L’Espresso dopo l’annuncio di una copertina sulla quale c’è scritto: “Bevi Napoli e poi muori, Acqua contaminata ovunque… Nessuna zona è sicura”. Secondo Gabriele, potrebbe configurarsi il reato di procurato allarme evidenziando “il danno all’economia campana e soprattutto il danno psicologico per milioni di cittadini napoletani e campani che oltre a subire le conseguenze dei rifiuti seppelliti in Campania devono vivere nel terrore di utilizzare l’acqua e i prodotti agricoli della nostra terra. È offensiva e andrebbe censurata; invito i lettori della storica rivista a boicottare la  vendita la vendita delle copie dell’Espresso in edicola questa settimana. É assurdo che si faccia una campagna contro l’immagine della nostra città nel mondo: propongo a tutti i lettori abituali de l’Espresso di destinare il prezzo di copertina agli aiuti umanitari che l’ONG Save The Children sta promuovendo per i bambini delle Filippine rimasti senza casa e senza famiglia inviando sms al 45509.  Analoga iniziativa sarà presentata a Roma dal capogruppo dei socialisti alla Camera l’on. Marco Di Lello”.

Napoli: “Rendere pubblici gli esami sulle acque pubbliche”

“Vogliamo sapere cosa dicono la Ministra e le autorità locali sui risultati delle analisi pubblicati da “L’Espresso”, e se intendono approfondire la questione anche ricorrendo ad indagini ed esami specifici straordinari”. Lo scrivono in un’interrogazione urgente al Ministro della Salute Lorenzin, al Presidente della Giunta Regionale della Campania Caldoro, al Sindaco di Napoli De Magistris ed al Prefetto di Napoli Musolino, l’on. Marco Di Lello presidente dei parlamentari del Psi assieme al consigliere regionale Corrado Gabriele, dopo quanto scritto dal settimanale “L’Espresso”, in un articolo dal titolo “Bevi Napoli e poi muori” sull’inquinamento delle acque potabili a Napoli e in Campania. “Si rendano pubblici i propri esami sulla qualità delle acqua pubbliche a Napoli e nell’intero territorio oggetto dell’inchiesta che la Tetra Tech ha realizzato per conto della “US Navy”. Visto che le autorità militari statunitensi avrebbero consegnato allo Stato i risultati senza che nulla sia stato fatto per smentirli, chiediamo che il governo intervenga per conoscere se tali indagini siano state autorizzate dalle autorità italiane competenti. Chiediamo infine di tutelare la salute dei cittadini per evitare il pericolo che crescano le apprensioni e si inneschi una vera e propria psicosi sull’acqua pubblica con l’evidente ricorso a maggiori oneri per l’acquisto di acqua minerale imbottigliata e di attivarsi per evitare il danno a carico delle produzioni agricole e alimentari della Campania e il danno alla economia del turismo e del terziario”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento