sabato, 21 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La Rai, captive audience
Pubblicato il 07-11-2013


“Tu sei solo una creatura infernale mentre io rappresento il credo professato da popoli interi. Lo sai che la religione cristiana è seguita da più di un miliardo di persone?”  “Capirai, anche la ruota della fortuna”  (dal film Riposseduta, parodia dell’Esorcista)

Lo spot che pubblicizza rai news24 recita “non sappiamo cosa andrà in onda oggi” . Ma si può essere più che sicuri che certamente si parlerà del papa e sarà trasmessa la messa domenicale. Non è giusto che italiani non cattolici  – e che come me pagano il canone oltre a tutte le altre contribuzioni richieste – siano costretti a scegliere uno spettacolo scelto e determinato da alcuni condannandoci a essere captive audience, prigionieri. Chi vuole assistere alla messa domenicale o al rosario ha a disposizione altri canali oltre a riviste e quotidiani specializzati come è giusto che sia in uno Stato liberale. Uguale critica vale per i numerosi programmi della giornata che mostrano in prevalenza storie a sfondo veterocattolico (guarigioni miracoli…) e opinionisti che non si scostano mai da questo pensiero. La rai che registra fedelmente le apparizioni continue del papa le messe i pareri del clero,  non fa il suo mestiere di servizio pubblico finanziato dallo Stato e dai contribuenti. 

Tiziana Ficacci
da liberelaiche

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento