mercoledì, 15 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Bolzano, con la nuova
giunta la soddisfazione
dei socialisti
Pubblicato il 31-12-2013


BolzanoLa fretta è una cattiva consigliera avevamo scritto ai primi di novembre.
Ebbene, a due mesi da quel monito, ci diciamo soddisfatti del risultato scaturito dalle trattative con la SVP per la formazione della Giunta Provinciale (e Regionale) per i prossimi cinque anni.
Siamo stati partecipi alle trattative e devo ammettere che un clima di collaborazione totale non lo conoscevo da tempo. In questo devo dare atto al Presidente designato Kompatscher di avere avuto coraggio, ma anche la forza di portare avanti insieme a Theiner ed altri il suo disegno che porta diritto alla integrazione di tutti coloro che credono nell’autonomia di questa terra.

Come socialisti possiamo dire di essere stati lungimiranti, fra i promotori dell’autonomia e da sempre persecutori della stessa fino a che anche gli scettici degli ultimi decenni si sono convinti della bontà di questa formula statutaria.

Troppo facile ora esprimere critiche su quanto raggiunto da SVP, PD e PSI nelle trattative di quest’ultimo mese. Che sia sempre legato al disprezzo per quanto non si è ottenuto? La storia della volpe e l’uva insegna.

Tornando al documento programmatico confermiamo l’apprezzamento dello stesso che, in toto, ha accolto in esso i punti del “decalogo socialista” presentato nel maggio scorso e in campagna elettorale. Così come possiamo dichiararci soddisfatti per l’apprezzamento espresso dal Presidente uscente Durnwalder per gli anni passati a fianco dei socialisti in Giunta Provinciale, sottolineando l’onestà, la disponibilità e la responsabilità del leader storico dei socialisti altoatesini Beppino Sfondrini. Aggiungiamo noi, la lungimiranza dei socialisti di allora permette ai cittadini di oggi e di domani di poter essere fieri per essere governati in piena autonomia. I risultati si vedono.

Avanti con coraggio per il bene di questa terra e delle future generazioni.

Alessandro Bertinazzo
segretario provinciale Psi di Bolzano

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento