sabato, 22 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Forza Caterina, gli animali sono loro
Pubblicato il 29-12-2013


Si può essere amici degli animali e non dell’uomo. E viceversa. Poi si può essere nemici di entrambi e amici di entrambi. Ma è difficile trovare qualcuno che escluda di poter mangiare carne animale per vivere tranne i pochi vegetariani per scelta. Qualcuno c’è che preferirebbe mangiare carne umana e nella scelta rispetta semmai il diritto dell’animale a cibarsi di uomini. Io mi attengo al massimo rispetto per la libertà di cibo. Chi preferisce cibarsi di insetti, lo rispetto ugualmente. Ciò che non ammetto è che qualcuno davvero pensi di fermare la ricerca farmacologica, che non può prescindere dalla sperimentazione sugli animali. Che siano portati a non soffrire mi pare il minimo. Come anche quei maiali e vitelli e manzi che vengono quotidianamente macellati e che non sono utilizzati per guarire esseri umani, ma dei quali nessuno si occupa. Quello che è inaccettabile, anzi sgradevole e anche delinquenziale, è che vi siano cosiddetti animalisti, giustamente soprannominati nazi animalisti, che augurano la morte a una dolce ragazza che vive anche grazie agli esperimenti. Si chiama Caterina. Ha il volto di tante nostre figlie, e a noi, da genitori, viene un solo pensiero. Di totale disprezzo e di ripulsa per quei criminali. In verità i veri animali sono proprio loro.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Forza Caterina , non ti curar di loro ma guarda e passa . Il Web è una grande opportunità ma in mano a certi cretini ……..
    Che la vittoria mti sorrida nel 2014 saluti
    maurizio Molinari

    • Cio che i carnivori non hanno capito,l’animalista ha una sensibilità superiore alla media, si intenerisce per i bambini deboli , per gli anziani abbandonati per i poveri veri.e per gli animali, tutti gli animali ,non solo cani e gatti. La sperimentazione animale la si può paragonare ai manicomi, Che hanno resistito , finchè non si è capito che era meglio usare altri metodi e non l’eletroscok, Cosi è la vivisezione è superata , siamo civili o barbari, La vivisezione è una barbaria, come uccidere mettendo in croce o impalare

  2. Grandissimo Mauro Del Bue!! Hai stra-ragione; è che la madre dei cretini è di costumi molto facili, soprattutto se sono cretini pericolosi. Dovrebbero provare sulla loro pelle cosa significa essere affetti da gravi e rare malattie, e cosa significa dover sperare unicamente nei piccoli ma importanti successi che compie la ricerca scientifica, giorno dopo giorno, per rimanere aggrappati alla vita:
    Roberto Rinaldi

Lascia un commento