domenica, 21 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Rai Tv e M5S
omissioni & bugie
Pubblicato il 25-12-2013


Massimo Gramellini, vicedirettore de La Stampa, è, a ragione, unanimemente riconosciuto come una delle penne più brillanti del giornalismo italiano. Alcuni tra i suoi interventi nella rubrica “Buongiorno” del quotidiano torinese sono delle vere e proprie perle per freschezza di linguaggio e per capacità di cogliere il senso degli avvenimenti con distaccata ironia. Il fatto che poi si definisca “granata da legare” lo rende a chi scrive ancora più simpatico.

Tuttavia nessuno è perfetto e da quando è divenuto, insieme a un’altra torinese lucianalitizzetto ( insopportabile non solo perché forse è tifosa dell’altra squadra della città), una delle guest star del salotto del chierichetto milionario fabiofazio (le lettera minuscole non sono refusi) in “Che tempo che fa”, una sorta di organo ufficiale del Pd in Rai, gli capita di scivolare sulle bucce di banana del conformismo moralisteggiante, cifra che caratterizza quel programma. L’ultima sua performance nel salotto del chierichetto ha fatto imbufalire Beppe Grillo, che per una volta, nel merito, sembrerebbe non avere torto poiché la “marchetta” confezionata a Renzi è sembrata davvero esagerata e si può ben dire che il buon Gramellini è incorso in un errore di omissione (grave per un professionista del suo livello) abbastanza grossolano.

Naturalmente Grillo non glie le ha mandate a dire e non ha perso l’occasione per arricchire la sua odiosa lista di proscrizione del giornalisti italiani che compare sul suo blog.

Che Gramellini l’abbia combinata grossa non c’è dubbio ma Grillo, raccontando i fatti ad usum delphini, è riuscito a fare peggio di lui e dei tanti giornali che hanno narrato la ormai nota vicenda dell’emendamento Chiavaroli in modo distorto ed inesatto.
La brillante autodifesa di Gramellini su La stampa di oggi, dispiace, ma non è convincente.

A denunciare l’enormità dell’emendamento, ricordiamolo a beneficio di chi  ancora non lo sapesse, non sono stati nè NemboKid  Renzi nè il Sen. Endrizzi del M5s ma, nell’aula del Senato, Riccardo Nencini, segretario del Psi.

Vista la gravità del fatto successivamente si sono accodati, cercando di correre ai ripari prima il M5s e poi Matteo Renzi, quest’ultimo con l’aria di chi non ne sapeva nulla (altro che Nembokid!)

Naturalmente l’ennesima intemerata dell’arruffapopolo genovese contro un giornalista ha provocato, neanche a dirlo, la rituale levata di scudi della corporazione, impermeabile a qualsiasi critica e sempre pronta ad autoassolversi.

Episodi che inducono da un lato a reiterare amare riflessioni sulla rovinosa china che ha imboccato l’informazione nel nostro Paese e  dall’altro a porsi la domanda  su quale tra i due peccati sia più grave: l’omissione di Gramellini  o il mendacio di Grillo?

Emanuele Pecheux

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. beh…mi pare che grillo abbia tutte le ragioni del mondo ad attaccare gramellini (il minuscolo non è un refuso) e stampa in generale (salvo rare eccezioni)…che continuano a fare disinformazione vergognosa a livello nazionale ed a boicottare con ogni mezzo cio’ che di buono fa (e c’è n’è molto) il 5 stelle.

    D’altronde i dati degli spazi concessi dai tg nazionali al movimento pentastellato parlano chiaro: al 5 stelle meno del 4% (un movimento che ha preso il 25% dei voti ed è la seconda forza politica del paese) rispetto al 20/30 % dedicato dai servi di regimi (i pennibvendoli nella loro maggioranza) a partiti (…) come pd e ex pdl. Persino (…) Casini con il suo 0,qualcosa BENEFICIA DI MAGGIOR SPAZIO!!!!

    vergogna, un minimo di onestà non guasterebbe nel farvi un esamino di coscienza!!!! NE FA DELL’informazione di un popolo intero…che appartiene ad un paese la cui libertà di stampa è stata classificata al 70 esimo posto tra paesi africani. fate vobis chi ha ragione! I dati parlano chiaro oltre ogni dubbio (dubbio per partito preso come tifosi da stadio…s’intende!)

  2. L’M5s boicottato dai media? Vivrò su un altro pianeta ma non mi pare proprio. Di cosa dovremmo poi vergognarci noi socialisti da anni oscurati da Tv pubblica a cominciare dai talk show non riesco a comprenderlo. Di buono il M5s fa proprio poco e, visti gli argomenti, lo spazio riservato a Grillo dai media è più che sufficiente. Abbiamo raccontato un fatto (uno dei tanti) di censura nei nostri confronti. E la censura è un problema che riguarda tutti non solo i pentastellati. E le bugie hanno le gambe corte.

  3. Certo è comico il solo pensare che i grillini non abbiano spazio nei media quando sono proprio loro a non volerlo attaccando la stampa e cacciando le tv perchè a loro dire basta e avanza il web. In quanto a cose giuste che dicono, mi meraviglierebbe molto che ogni cosa che esce dalle loro labbra sia fango ed offese, a volte ne dicono di giuste, ma considerando la forza che hanno in Parlamento ci si dovrebbe aspettare molta più incisività in tutti i settori. Purtroppo sono i Socialisti ad essere sempre oscurati e loro sicuramente non caccerebbero giornalisti e tv ma sarebbero in grado di dialogare e proporre, basta vedere il piccolo gruppo di Parlamentari quanto ha prodotto fino ad oggi. In quanto ai grillini mi viene in mente un proverbio sempre attuale … ” chi è causa del proprio mal pianga sè stesso”

Lascia un commento