venerdì, 17 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Unioni civili,
andiamo avanti!
Pubblicato il 27-12-2013


La questione delle ”Unioni civili”, grazie anche al rilancio di Renzi, è tornata finalmente agli onori della cronaca.

Parliamo non solo di diritti patrimoniali, ma anche di dare la stessa dignità a chi oggi ne viene privato. Coppie che non vogliono sposarsi, coppie che non possono sposarsi, coppie gay, coppie lesbiche, coppie etero: quando si riconoscono diritti a chi ne è sprovvisto non bisogna avere tentennamenti, è sempre qualcosa di positivo, un passo avanti verso la civiltà.
Per questo la proposta del nuovo Segretario democratico, va affrontata ed approvata in tempi brevi. Siamo già in ritardo. Prevede la parificazione non solo di diritti economici (reversibilità della pensione, assegni familiari, detrazioni, diritti di successione e così via), ma anche dei c.d. ”diritti di civiltà”(visitare la compagna o il compagno in carcere o in ospedale, ottenere notizie dai medici in caso di malattia, ecc…).
È troppo? Sicuramente no! Troppo poco? Probabilmente sì! Si può migliorare? Sicuramente. Ma è pur sempre un inizio, un passo avanti! E siamo troppo indietro per restare ancora fermi.
So che le esigenze di una coppia etero non sposata sono diverse da quelle delle coppie omosessuali, se non altro perché quest’ultime, pur volendo, non possono contrarre matrimonio.
Ma la discussione sul troppo o troppo poco -come ha scritto giustamente qualcuno- non può condannarci ancora una volta e chissà per quanto tempo ancora ad essere uno dei pochi Paesi in Europa a non avere una normativa in materia.
Stiamo parlando di diritti minimi che un Paese che si definisce civile non può in alcun modo mettere in discussione.
Non possiamo più permetterci di restare fermi, il resto verrà.  Avanti!
Antonio Zurlo – Ostuni

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento