mercoledì, 22 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La Fattoria degli Animali 2014
Pubblicato il 09-01-2014


George Orwell pubblicò il suo “La Fattoria degli Animali” nel 1945, oggi si potrebbe riscriverlo tale e quale, cambiando qualche parola, qualche animale e alcune frasi.

Forse questa volta i protagonisti non sarebbero i maiali, più appropriati potrebbero essere i grilli; così come i suini, guidati dal Vecchio Maggiore e poi da Napoleone, riescono a liberarsi dell’alcolista fattore Jones, il quale non badava che ai suoi interessi, altrettanto fanno i grilli scacciando i vecchi maiali che governavano la fattoria (o almeno ci provano).
Per il resto la storia si ripete esattamente uguale, basta solo modificare gli slogan; nel romanzo originale alle pecore era stato insegnato: “Quattro gambe buono, due gambe cattivo”, magari al posto delle quattro gambe si sostituiscono cinque stelline e la frase si riadatta subito ai tempi in cui viviamo.
Si comincia con un “Tutti gli animali sono uguali”, dove ognuno vale uno, e si finisce sempre con: “alcuni valgono più uno degli altri”.

Giacomo Dolzani 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento