mercoledì, 22 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serracchiani chiede la testa di Zanonato
Pubblicato il 22-01-2014


Quante sono le teste reclamate da Renzi e dai suoi uomini? Riepiloghiamo. Dopo quella di Alfano, Renzi e i suoi chiesero le dimissioni della Cancellieri per la note telefonate. Poi è stata la volta di Saccomanni, la cui testa è stata reclamata da un componente la segreteria renziana del Pd. In seguito la testa della Di Girolamo è stata chiesta in persona da Renzi. Che ha esaltato la Idem che la sua se l’era tagliata da sola. Anche il ministro Giovannini che aveva criticato il jobs act è stato pregato di farsi da parte. Oggi la renziana Serracchiani ha chiesto anche le dimissioni di Zanonato, per non aver trattato nel giusto modo la crisi di una fabbrica friulana. Meno male che il nuovo Pd non chiede le dimissioni del governo. Pretende solo quelle dei suoi ministri una alla volta…

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. “C’ è sempre uno più puro che ti epura” diceva il nostro grande Nenni. Con le ultime leggi elettorali, anche quella oggi in discussione, stanno chiedendo le dimissioni anche alla democrazia.

Lascia un commento