martedì, 26 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

In attesa del ritorno live in teatro di Patty Pravo
Pubblicato il 07-02-2014


Patty PravoDopo il successo milanese dello scorso dicembre, approda nella Capitale “sulLA LUNA” tour di Patty Pravo che ha già registrato il tutto esaurito. La celebre cantante veneziana incanterà il pubblico romano alll’Auditorium Parco della Musica il prossimo 10 febbraio, accompagnata dalla sua band, composta da Roberto Procaccini (pianoforte, tastiere, programmazioni), Nicola Costa (chitarra elettrica e acustica), Gabriele Bolognesi (chitarra acustica, fiati, percussioni), Donald Renda (batteria), Edoardo Massimi (chitarre) e Adriano Lo Giudice (basso). Il prossimo concerto è previsto per il 25 febbraio presso “Le Roi” di Torino, mentre procede la lavorazione al suo prossimo album, la cui uscita è prevista per quest’anno.

I BRANI E LE COLLABORAZIONI – Durante il concerto romano Pravo interpreterà alcune delle sue più intense canzoni che hanno attraversato più di quarant’anni di musica italiana, e che hanno visto la collaborazione di numerosi artisti. In principio fu Paolo Conte con “Tripoli ’69”, venne poi il momento della poesia di Mogol e Lucio Battisti che composero “Il paradiso”, Francesco De Gregori che le scrisse e musicò “Mercato dei fiori”, Antonello Venditti che concepì “Le tue mani su di me”, l’imperitura “Pensiero stupendo”, firmata da Ivano Fossati fino a Vasco Rossi e Gaetano Curreri, autori di “Dimmi che non vuoi morire”, e della più recente “La luna”. E ancora oggi, alcuni giovani autori sono in prima linea per crearsi uno spazio, e collaborare con la cantante. Basti pensare a Giuliano Sangiorgi (leader del complesso pop rock salentino “Negramaro”, ndr) che ha scritto “Unisono” – intensa e struggente ballata che sembra cucita addosso all’anima passionale di Pravo – ed Ermal Meta, ex cantante della band pugliese “La fame di Camilla” con cui ha cantato “Non mi interessa”, successo della scorsa estate. L’artista inoltre omaggerà Lou Reed, scomparso lo scorso ottobre, cantando “I giardini di Kensington”, cover del 1973 dell’indimenticabile brano “Walk on the wild side”.

LA RINASCITA E LA BENEFICENZA – Nel 2012 l’ex ragazza del Piper annunciò il ritiro dalle scene “per amore” della musica e dei fan: ansia, panico e insonnia l’avevano infatti paralizzata, gettandola nello sconforto e nel buio. La forza di volontà e il calore del suo pubblico l’hanno poi indirizzata verso la luce, e verso numerosi palcoscenici in tutta Italia, sui quali si è confermata regina indiscussa di un’estate ricca di concerti. Inoltre, due mesi fa Pravo è stata protagonista di un’importante iniziativa a favore di Emergency, l’associazione umanitaria fondata vent’anni fa a Milano da Gino Strada: fino a Natale, infatti, nel capoluogo lombardo è stata attiva un’asta di raccolta fondi con suoi abiti di scena. L’idea di sostenere Emergency è nata quando il famoso Museo del Costume di Palazzo Pitti a Firenze aveva chiesto all’artista di poter esporre – in maniera permanente – quattro suoi abiti di scena, un’esclusiva mai concessa a nessuna cantante. I capi erano quelli indossati in quattro diverse edizioni di Sanremo e l’intero incasso è stato devoluto all’associazione umanitaria di Strada.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento