lunedì, 21 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Renzi: “Ghe pensi mi…”
Pubblicato il 13-02-2014


La logica è quella dell’uomo solo al comando. Quella del Ghe pensi mi. E Pippo Civati al suo ingresso in direzione sembrava Winston Churchill. Un insieme di saggezza e di razionalità. Condita con intelligente ironia. Faceva la parte di Renzi con Letta. Anzi di Renzi sempre. Adesso il Pd passerà alla storia per essere stato il primo partito a liquidare il suo presidente del Consiglio. E anche per additarlo come l’unica causa della crisi. Basta cambiare lui è tutto si sistema. Infatti Alfano e il Nuovo centro destra resteranno al governo con Scelta civica. E perfino il programma di Letta, secondo quello che è emerso stamani, sarà quello del nuovo governo. Per di più la transitorietà dell’esecutivo d’emergenza col centro destra diverrà di legislatura. Unica novità Renzi. Fategli largo che ci pensa lui…

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Vorrei sottolineare, tra le tante cose negative del nuovo Governo Renzi e se sarà di legislatura fino al 2018, che il tempo potrebbe dare un piccolo vantaggio al PSI. Voglio dire che se il PSI saprà cogliere l’occasione di questo periodo per una sua riaffermazione politica e saprà ridare fiducia agli iscritti e ai tanti socialisti rimasti da tempo alla finestra, potrebbe nascere qualche cosa di postivo. Bisogna però agire in sintonia e con grande partecipazione accantonando, almeno per il momento, litigi e differenziazioni che sviano dagli obiettivi. Assieme si può.

Lascia un commento