domenica, 24 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A: Derby di Roma, vince la noia mentre la Juve si fa raggiungere
Pubblicato il 11-02-2014


Derby-Lazio-Roma-0-0Finisce con un deludente 0-0 la stracittadina tra Lazio e Roma. La Juventus si fa rimontare due gol dal Verona e fallisce l’allungo decisivo verso lo scudetto. Primo successo nel 2014 per l’Inter, mentre arriva il primo ko per Seedorf sulla panchina del Milan, sconfitto a Napoli. Bene Fiorentina e Genoa, rallenta il Parma, colpo del Bologna a Torino. Successi interni anche per Udinese e Sampdoria.

DERBY, INFELICI E CONTENTIOggettivamente, abbiamo vissuti derby più belli tra Roma e Lazio. Il match più importante della giornata termina infatti a reti bianche, con poche emozioni e Totti e compagni stanchi per gli impegni di Coppa Italia. Eppure entrambi gli allenatori, Reja per la Lazio e Rudi Garcia per la Roma, vedono il bicchiere mezzo pieno: il tecnico biancoceleste allunga infatti la striscia di imbattibilità, il collega giallorosso si consola con il mezzo passo falso della Juventus che, avanti 2-0 al ‘Bentegodi’ di Verona grazie a una doppietta di Tevez, si fa rimontare 2-2 dai gol di Toni e Juanito Gomez. Distanze invariate, dunque, in classifica. Alle spalle delle prime due, bene Napoli e Fiorentina. Gli azzurri di Benitez rifilano un 3-1 al Milan (passato in vantaggio con il neo-acquisto Taarabt, prima dei gol di Inler e Higuain, doppietta), dove arriva la prima sconfitta da allenatore per Clarence Seedorf. I viola, anticipando al sabato per la sfida di Coppa Italia contro l’Udinese, battono 2-0 l’Atalanta grazie alle reti di Ilicic e Wolski. Apertissima, dunque, la lotta per la Champions League.

FINALMENTE L’INTER – Dopo un mese negativo nei risultati e a dir poco travagliato per le diverse vicende del mercato, l’Inter prova a ripartire e trova la prima vittoria nel 2014. I tre punti arrivano grazie all’1-0 al Sassuolo nel posticipo di domenica sera. Decisivo il gol del di Walter Samuel, che fa felice così il suo omonimo allenatore, Walter Mazzarri. A proposito dei nerazzurri, è ufficiale la rescissione del contratto con il direttore dell’area tecnica, Marco Branca, criticato insieme agli altri dirigenti, Piero Ausilio e Marco Fassone, dai tifosi.

COLPO BOLOGNA A TORINORallenta il Parma, 0-0 in casa con il Catania. Mentre il Bologna fa una piccola, grande impresa, espugnando 2-1 il campo del Torino, una delle squadre più in forma del campionato. Granata subito avanti con il gol di Immobile, rimonta degli emiliani, orfani di Diamanti, grazie alla doppietta di Cristaldo. Importante successo anche per l’Udinese, 3-0 al Chievo, con un ritrovato Di Natale, che apre le marcature con uno splendido gol, prima delle reti di Bruno Fernandes e Badu. Continua il momento felice della Sampdoria che, dopo la vittoria nel derby contro il Genoa, supera per 1-0 anche il Cagliari, con la rete di Gastaldello. Infine, i cugini liguri riscattano la sconfitta nella stracittadina passando 1-0 sul campo del Livorno, grazie al gol di Antonelli.

LA CLASSIFICAQuesta la classifica dopo la 23esima giornata

  1. Juventus 60
  2. Roma 51*
  3. Napoli 47
  4. Fiorentina 44
  5. Inter 36
  6. Verona 36
  7. Torino 33
  8. Parma 33*
  9. Lazio 32
  10.  Genoa 30
  11.  Milan 29
  12.  Sampdoria 28
  13.  Atalanta 27
  14.  Udinese 26
  15.  Cagliari 24
  16.  Bologna 21
  17.  Chievo 18
  18.  Livorno 17
  19.  Sassuolo 17
  20.  Catania 16

*Una partita in meno

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento