sabato, 19 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A: Cassano versione “mondiale”, Milan in crisi. Bene le prime
Pubblicato il 19-03-2014


Milan-Parma-CassanoContinua la marcia super del Parma: i ducali vincono 4-2 a ‘San Siro’ contro il Milan e allungano a 16 la striscia senza sconfitte. Show del talento barese, che adesso sarà difficile non portare in Brasile. Malissimo invece la squadra di Seedorf, dopo il disastro in Champions League, ora la qualificazione in Europa è un miraggio. Berlusconi difende l’allenatore, ma servono cambiamenti per tornare al vertice. Vincono le prime della classe, in coda Livorno e Sassuolo fanno loro due importantissimi spareggi salvezza.

PARMA SHOW Con le prime in classifica che vincono tutte quante, è il Parma a rubare la scena. I gialloblù di Donadoni sono la vera rivelazione del campionato e stanno facendo sognare i propri tifosi. I numeri parlano chiaro: non arriva una sconfitta da 16 gare e il 4-2 rifilato al Milan a ‘San Siro’ è una chiara dimostrazione di forza. A trascinare i crociati è stato Antonio Cassano (ma non da solo): il talento barese ha segnato una doppietta (di Amauri e Biabiany gli altri gol del Parma, Rami e Balotelli per il Milan). Mentre i gialloblù ora sognano la qualificazione in Europa League, per Kakà e compagni la situazione è disastrosa. I numeri parlano di una crisi più nera che rossa. Dopo la brutta eliminazione in Champions League contro l’Atletico Madrid, le cose vanno male anche in campionato e la qualificazione per le competizioni europee per l’anno prossimo è un miraggio. La mano di Seedorf, subentrato ad Allegri, non s’è vista, eppure il presidente Berlusconi difende il proprio tecnico: “L’allenatore non ha colpe, ma la squadra è stata costruita male”. Dunque, al di là del piazzamento di quest’anno, servono cambiamenti forti per tornare al vertice.

BENE TUTTE LE PRIMEIntanto continua la marcia della Juventus verso lo scudetto. I bianconeri vincono 1-0 a ‘Marassi’ contro il Genoa grazie a una fantastica punizione di Pirlo nel finale. La Roma supera a fatica 3-2 all’’Olimpico’ l’Udinese grazie ai gol del capitano Totti, Destro e Torosidis. Bene i friulani, in gol con Pinzi e Basta. Il Napoli passa a Torino contro i granata di Ventura grazie a un gol (contestatissimo) di Higuain nei minuti finali. In attesa della partita di ritorno degli ottavi di Europa League contro la Juventus, la Fiorentina supera 3-1 in casa il Chievo (gol di Cuadrado, Matri e Gomez per i viola, Paloschi per i veneti). Si riscatta anche la Lazio, che vince 2-0 a Cagliari grazie alle reti di Lulic e Keita. Con lo stesso punteggio, l’Inter espugna il ‘Bentegodi’ di Verona con le marcature di Palacio e Jonathan.

TORNA IN CORSA IL SASSUOLO – In coda c’erano due scontri importantissimi, quasi due spareggi. Sorridono Livorno e Sassuolo. Gli amaranto superano 2-1 il Bologna (gol di Benassi e Paulinho per i toscani, Christodoulopoulos per i rossoblù). I neroverdi vincono in rimonta 3-1 il Catania (vantaggio siciliano di Bergessio, poi le reti di Zaza, Missiroli e Nicola Sansone). Infine, nel match dell’ora di pranzo di domenica, tris dell’Atalanta alla Sampdoria firmato Carmona, Bonaventura e Denis.

LA CLASSIFICA – Questa la classifica dopo la 28/a giornata

  1. Juventus 75
  2. Roma 61*
  3. Napoli 58
  4. Fiorentina 48
  5. Inter 47
  6. Parma 46
  7. Lazio 41
  8. Verona 40
  9. Atalanta 37
  10.  Torino 36
  11.  Milan 35
  12.  Genoa 35
  13.  Sampdoria 34
  14.  Udinese 31
  15.  Cagliari 29
  16.  Chievo 24
  17.  Livorno 24
  18.  Bologna 23
  19.  Sassuolo 21
  20.  Catania 20

*una partita in meno

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento