martedì, 22 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A: risorge Mario Balotelli, il Milan finalmente prende fiato
Pubblicato il 29-03-2014


Calcio-BalotelliCon una prestazione di carattere, che non si vedeva da tempo, i rossoneri passano 2-0 a Firenze, trascinati da una prova finalmente super dell’attaccante della Nazionale. Con partite del genere, al Mondiale in Brasile possiamo dire la nostra. Per il tecnico olandese una importante iniezione di fiducia. Vittorie per Juventus, Roma e Napoli. Stecca l’Inter davanti al presidente Thohir. L’Atalanta centra il quinto successo consecutivo e ora sogna l’Europa. In coda, tris del Chievo al Bologna, perdono terreno Livorno, Sassuolo e Catania.

JUVE FORZA 15 – Con lo scudetto ormai in tasca, la Juventus corre contro stessa alla ricerca di battere qualche record. L’obiettivo resta arrivare a 100 punti (di questo passo non ci sono problemi), intanto grazie al 2-1 interno sul Parma (doppietta di Tevez e rete dell’ex Molinaro per i gialloblù) è arrivata la 15esima vittoria casalinga in altrettante gare. Non era mai successo. La Roma continua con il suo ottimo campionato. All’Olimpico i giallorossi superano 2-1 il Torino proprio all’ultimo minuto: dopo il gol dei padroni di casa di Destro e la risposta granata di Immobile (il ct dell’Italia Prandelli avrà preso appunti), la rete decisiva arriva proprio allo scadere grazie a Florenzi, ben servito da Gervinho. Il secondo posto, dunque, resta saldamente nelle mani di Totti e compagni. Il Napoli tuttavia non perde le speranze e resta in scia grazie al successo 4-2 sul campo del fanalino di coda Catania (doppietta di Zapata, che sostituiva Higuain, Callejon e Henrique a segno per gli azzurri, reazione d’orgoglio, ma inutile, degli etnei con le reti di Monzon e Gyomber).

IL MILAN BATTE UN COLPO – Il colpo più importante di questa 30esima giornata lo mette a segno il Milan, che passa 2-0 sul campo della Fiorentina, grazie ai gol di Mexes e Balotelli. Proprio Super Mario è la nota positiva, oltre alla vittoria, per i rossoneri. Da tempo infatti non si vedeva una prestazione così positiva dell’attaccante, per la gioia del ct della Nazionale, Cesare Prandelli, e dell’allenatore del Milan, Clarence Seedorf, già messo in discussione nell’ultimo periodo. Giornata negativa, invece, per i cugini dell’Inter: sotto gli occhi del presidente Erick Thohir, i nerazzurri pareggiano a San Siro 0-0 contro l’Udinese, trovando di fronte un grande Scuffett, portiere dei friulani di soli 17 anni e futuro talento del calcio italiano. In zona Europa, allora, sale a sorpresa l’Atalanta. Gli orobici battono 2-0 il Livorno (gol di De Luca e Denis) e arriva così la quinta vittoria consecutiva in campionato: l’Europa League non è più un sogno. Anche perché rallenta anche la Lazio, sconfitta 2-0 a Marassi dal Genoa (a segno Gilardino e Fetfatzidis).

TRIS DEL CHIEVO – Importantissima vittoria del Chievo nello scontro salvezza contro il Bologna. I gialloblù affossano i felsinei 3-0 grazie alla doppietta di Paloschi e al bel gol del capitano Rigoni. Successo che vale doppio, viste le sconfitte delle altre concorrenti per non retrocedere. Il Sassuolo infatti cede 1-2 in caso contro la Sampdoria (Gianluca Sansone e Okaka in gol per i blucerchiati, momentaneo pareggio emiliano di Longhi). Infine, torna al successo il Cagliari per 1-0 contro un Verona in piena crisi dopo aver raggiunto la matematica salvezza. A decidere è un gol di testa di Nenè.

LA CLASSFICA – Questa la classifica dopo la 30/a giornata di serie A

1.    Juventus 81
2.    Roma 67*
3.    Napoli 61
4.    Fiorentina 51
5.    Inter 48
6.    Parma 47*
7.    Atalanta 43
8.    Lazio 42
9.    Sampdoria 40
10.     Verona 40
11.     Torino 39
12.     Milan 39
13.     Genoa 39
14.     Udinese 35
15.     Cagliari 32
16.     Chievo 27
17.     Bologna 26
18.     Livorno 24
19.     Sassuolo 41
20.     Catania 20
*una partita in meno

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento