venerdì, 18 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Suor Cristina, un successo
anche per papa Francesco
Pubblicato il 25-03-2014


Spopola sul web, piace, viene applaudita, il suo nome compare anche sul TIME, si tratta di Suor Cristina Scuccia, concorrente del talent show The Voice of Italy.
Si presenta con il brano “No One” di Alicia Keys e piace subito. Gran voce, grande determinazione e soprattutto grande passione per la musica.
Il suo velo non influenza J-Ax che in qualità di giudice la invita subito a far parte della sua squadra. Siamo stupiti, accolti dalla meraviglia, non è abitudine infatti vedere suore imbattersi in concorsi televisivi e intonare brani soul. Certuni la associano a Suor Maria Claretta, protagonista del film Sister Act, sta di fatto che in questo caso non si tratta di un personaggio fittizio, di un prodotto cinematografico, ma di una suora in carne ed ossa.

“Papa Francesco parla di una chiesa madre… la chiesa è ovunque, può stare con tutti.” Con questo messaggio Suor Cristina rivendica il suo diritto ad entrare in scena esibendosi di fronte ad un pubblico mantenendo comunque il suo voto.

La presenza e le parole di Papa Francesco l’ hanno spinta ad esprimere pubblicamente ciò che ha sempre sentito nel suo intimo. Un passo importante quindi per la chiesa di Papa Francesco perché dimostra come la Sua dottrina voglia stare al passo con la società.

Eleonora Cocconcelli

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. per amore di obiettività i cattolici in televisione (quella rai pagata da tutti anche i non cattolici , ricordo che la religione non è di Stato grazie soprattutto e solo a Craxi) ci sono sempre e ovunque. La suora deve cantare come tutti e se merita vincesse pure, ma il proselitismo sulla tv pubblica francamente non mi sembra un bello spettacolo.

  2. complimenti cara Suor Cristina,
    la tua bella voce e la freschezza della tua espressione hanno entusiasmato che ti ha ascoltata.
    Coraggio, Avanti come dice papa Francesco!
    Non sarà un ambiente facile ma con molta determinazione e soprattutto preghiera ce la farai, noi preghiamo per te. Un abbraccio

  3. Aumenta la dimensione del testo Diminuisci la dimensione del testo

    «Il vescovo, non rivestendo la qualifica di pubblico ufficiale, non ha l’obbligo giuridico, salvo il dovere morale di contribuire al bene comune, di denunciare all’autorità giudiziaria» notizie riguardanti casi di abuso sessuale nei confronti di minore da parte dei sacerdoti. È quanto contenuto nelle “linee guida” rese note dalla Cei.

    Sarà Papa Francesco ad aprire l’assemblea generale della Cei di maggio. Lo ha detto il segretario generale mons. Nunzio Galantino, riferendo che «l’invito del cardinale Angelo Bagnasco ha incontrato la pronta disponibilità del Santo Padre che aveva in animo la medesima intenzione». Io sono stata abusata nella mia infanzia e non posso credere a queste esseri !!!!!

  4. Non ho visto questa “Suor Cristina”, ma ho l’esperienza di Suor Angela tifosa laziale, del prete che imperversava tutti i pomeriggi, di don Ciotti che vuole combattere la malavita con gli anatemi anziché con detective con elevata specializzazione e con leggi adeguate fatte da un Parlamento eletto da cittadini responsabili e democratici anziché da cittadini animati ed educati alla furbizia voluta principalmente da una chiesa che non vuole pagare le tasse. Tutto questo mi conferma la “mala education” che imperversa nel paese della quale i rappresentanti della chiesa ne sono ampiamente responsabili.

  5. Stupore,meraviglia,l’esplosivita’ canora di suor Cristina ci ha sorpresi, in famiglia. Per caso girando nei vari programmi televisivi questo “the voice” per la prima volta ci ha catturato grazie alla icasticita’simbolica dell’abito di suor Cristina e alle sue doti artistiche encomiabilmente sublimi. No e’ proselitismo ma attrazione,stupore simbolico,rappresentativita’ carismatica. Sinergismo tra l’abito religioso e le parole profuse sul dono che offriva e sulla evangelizzazione come ortoprassi riportata da Papa Francesco in Evangelli Gaudium che invita i consacrati a uscire dalle chiese e conventi per raggiunger tutte le periferie sociali , anche quelle telematiche,del ciberspazio. Grande audacia e coraggio apostolico. Ciascuno puo’ dare la sua soggettiva interpretazione che configurera’ la propria rispettabile opinione.
    La mia e’ che in suor Cristina si vede una palingenesi del cristianesimo comunitario, un rinnovamento,una rinascita. L’ovazione del pubblico giovane che l’ha applaudita con enfasi e sentimento,le domande dei coach ed il loro tenero rispetto della persona e di cio’ che rappresentava, l’abbraccio finale de J.Ax con suor Cristina in simbiosi dialettica tra vocazione,fede,messaggio evangelico e dialogo antropico , un dialogo tra Chiesa Cattolica e la laicita’ empatica , relazionale e professionale di J.Ax e’ stato un momento fortemente coinvolgente dal punto di vista emotivo,intellettivo ed antroposocialmente esistenziale.
    Grazie suor Cristina per questo momento metaforicamente magico e grazie al coach che ti supportera’ e sosterra’ tecnicamente.

  6. Sono perfettamente d’accordo che Suor Cristina ha una voce eccellente, ma alla fine del talent show se dovesse vincere quale sarebbe la sua missione, incidere dischi ?
    Ci sono molti religiosi moderni che partecipano a tante manifestazioni sportive ed altro , non vedo come sia utile alla religione cattolica un eventuale vincita con incisione di un disco ………………..

  7. Suor Cristina è pienamente a conoscenza delle regole di The voice che l’ha selezionata perchè cantante strepitosa e non per farne una macchietta in quanto suora. La sua naturalezza e semplicità sono così disarmanti da non farle temere chiunque la vorrebbe linciata dentro una fossa di leoni e di serpenti.Suor Cristina sta rendendo il mondo dello spettacolo un po’ più pulito e umano alla faccia di chi vede solo il dio denaro e l’opportunismo.Dopo l’esperieza di the voice ella tornerà afare ciò che faceva prima consapevole di aver dato tutta se stessa con o senza vendita dischi. HA UN DONO E CE LO DONA!!Approffittiamone.

Lascia un commento