lunedì, 17 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Divorzio breve, via libera dalla Commissione Giustizia
Pubblicato il 08-04-2014


Divorzio-breveAll’unanimità la Commissione Giustizia alla Camera ha il via libera al testo unificato sulla riduzione dei tempi per il divorzio. Soddisfazione è stata espressa da Alessandra Moretti (Pd) correlatrice del testo insieme al parlamentare di Forza Italia, Luca D’Alessandro. Moretti ha definito l’‘ok’ ottenuto da tutte le parti politiche “un passo importante nell’iter del divorzio breve”, aggiungendo che i termini per la presentazione degli emendamenti sono stati fissati “alla fine di questo mese, e il 24 aprile ci saranno le audizioni. Se andiamo di questo passo – ha aggiunto  – sono fiduciosa che il testo possa approdare in aula entro maggio”.

MORETTI (PD): “TROPPI RIMANDI” – L’esponente democratico ha poi ricordato che questa legge è stata rimandata troppe volte nelle precedenti legislature (è la terza in cui la legge sul divorzio breve vaga in Parlamento senza alcun risultato, ndr), e ha auspicato che questa volta l’iter possa essere rapido, anche grazie all’accordo preso dai presidenti di Camera e Senato che hanno previsto tempi stretti per la calendarizzazione del provvedimento”.

IL TESTO UNICO – La scorsa settimana Pd e Forza Italia avevano raggiunto un accordo per il testo unificato che – in caso di separazione consensuale – prevede 15 mesi in presenza di figli e 9 mesi senza minori. Il calcolo dei tempi non partirebbe dal momento in cui i coniugi si presentano davanti al presidente del Tribunale, ma già dalla presentazione della domanda. La proposta che accorciava i tempi più delle altre era stata presentata lo scorso gennaio dai deputati socialisti, e prevedeva che se due persone intendono separarsi, sempre in modo consensuale, i tempi debbano essere abbreviati a 6 mesi, se non ci sono figli; in caso di figli l’attesa dovrebbe protrarsi a un anno.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento