giovedì, 13 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Good News Agency:
il notiziario telematico
delle buone notizie
Pubblicato il 22-04-2014


Buone Notizie“La diffusione e lo scambio di informazioni di una cultura di pace tramite Internet è divenuto il principale strumento per diverse organizzazioni internazionali, tra cui spiccano Culture of Peace News Network, Good News Agency e Education for Peace Globalnet”.  Così si legge nel rapporto conclusivo sul progetto del Decennio per una Cultura di Pace (2001-2010) consegnato al Segretario Generale dell’Onu per la presentazione all’Assemblea Generale. Good News Agency – l’agenzia delle buone notizie (www.goodnewsagency.org) è un periodico mensile che riporta notizie positive e costruttive da tutto il mondo del volontariato, delle Nazioni Unite, delle Organizzazioni non-governative (Ong)e delle istituzioni impegnate nel miglioramento della qualità della vita, notizie che non si “bruciano” nell’arco di un giorno. Il notiziario telematico – lanciato nel giugno di 14 anni fa è  pubblicato in tre lingue – italiano, inglese e portoghese – e viene inviato in modo gratuito a 10.000 media e giornalisti di redazione in 54 Paesi, a 3.000 Ong e a 1.500 scuole superiori, università, e college nel mondo (oltre che a 23.000 Rotariani). È un servizio di volontariato dell’Associazione Culturale dei Triangoli e della Buona Volontà Mondiale, ente morale educativo associato al Dipartimento della Pubblica Informazione delle Nazioni Unite, costituitosi nel 1979. Sostiene il Movimento Globale per la Cultura di Pace ed è possibile contribuire donando il 5 per mille.

LE ATTIVITA’ DELL’ASSOCIAZIONE E DELL’AGENZIA – Durante i 35 anni di vita dell’Associazione le attività sono sempre state incentrate sulla diffusione dei valori di fratellanza, unità nella diversità e responsabilità per il bene comune, tramite la divulgazione di nuovi valori etici e sociali. Tutte le attività sono svolte dai soci e simpatizzanti a titolo di volontariato, e sono offerte al pubblico gratuitamente. Nel febbraio 2001, Good News Agency ha lanciato il Codice Etico dei Media che intende sottolineare la responsabilità degli editori di dar voce anche agli avvenimenti positivi che indicano la risposta dell’umanità ai maggiori problemi del nostro tempo. Nell’Agenzia sono state incluse alcune interviste a personaggi importanti tra cui: Oscar Arias, già presidente della Costarica e Premio Nobel per la Pace; Mikhail Gorbaciov, già presidente dell’ Urss e Premio Nobel per la Pace; Jacques Diouf, ex Direttore generale della FAO; Federico Mayor, ex direttore generale dell’Unesco e Presidente dell’Associazione Cultura de Paz; Ervin Laszlo, filosofo delle scienze e presidente del Club di Budapest, e altri personaggi di spicco. Con questa serie di interviste, l’Associazione mira a diffondere delle riflessioni approfondite sui problemi e sulle opportunità del nostro tempo.

LA DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO – La distribuzione del notiziario telematico è moltiplicata dal fatto che molte Ong lo distribuiscono a loro volta ai loro associati, o lo includono nel loro sito web, o inseriscono un link dal loro sito a quello dell’agenzia. Ad oggi le stime della distribuzione globale di Good News Agency parlano di oltre duecentomila copie, cifra destinata ad aumentare, considerata la distribuzione spontanea che si è generata. Il concetto di buona notizia – che viene sempre più registrato dalle coscienze delle persone – ha cominciato a richiamare l’attenzione dei media.

Siria Garneri

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento