martedì, 16 gennaio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Giuliano Ciappini:
Lavoro, due storture
da correggere
Pubblicato il 04-04-2014


Due questioni che se non affrontate subito bloccheranno i tentativi per far crescere il Paese.
La prima è quella propagandata da Berlusconi che tutti potevano fare gli imprenditori, bastava avere la partita IVA illusione che ha portato a fare quello che tanti non avevano nel loro dna danneggiando alla fine anche l’imprenditoria con capacità creativa in grado di stare sul mercato.
La seconda è quella delle forme di sostegno a chi rimane senza lavoro che rischia di creare fra i poveri dei falsi benestanti avendo la possibilità di sfruttare le previdenze pubbliche e mettersi sul mercato del lavoro nero. Lanciamo un dibattito nel Paese per eliminare queste storture che se diventano patrimonio consolidato nella società saranno un  cancro rovinoso del terzo millennio.

Giuliano Ciappini

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Caro Mauro, inserirei una terza stortura da correggere sulla questione lavoro :
    – la riduzione del tempo dei 36 mesi per i giovani a contratto determinato e l’inserimento delle garanzie che a scadenza del contratto si trasformi per il giovane una conferma a contratto indeterminato.
    Un socialista così ragionerebbe.Grazie

Lascia un commento