domenica, 23 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Linfedema, un male ancora non riconosciuto dallo Stato
Pubblicato il 18-04-2014


linfedemaUn male oscuro di cui si parla poco, ma che continua a colpire, inesorabile. Il linfedema è un accumulo anormale di linfa dovuto ad un’anomalia a livello del sistema linfatico. Nonostante le decine di migliaia di persone colpite, soprattutto pazienti oncologici, ancora oggi il linfedema, pur essendo una malattia cronica causata da un difetto linfatico che deforma in modo invalidante gli arti, senza possibilità di cura definitiva, viene considerato un semplice problema estetico dal Sistema Sanitario Nazionale che, di conseguenza, rimborsa soltanto una piccola parte delle costosissime cure che i pazienti sono costretti ad effettuare periodicamente.

Per questo, le associazioni che si occupano della patologia non si stancano di lanciare il grido di allarme, ancora troppo spesso ignorato: non dall’onorevole del Partito Socialista, Oreste Pastorelli, che ha incontrato i rappresentati dell’Associazione Sos Linfedema, Sandro Michelini – anche Responsabile del reparto di riabilitazione dell’ospedale San Giovanni Battista di Roma, Presidente della società europea di Linfologia e membro del comitato esecutivo della Società Internazionale di Linfologia – e Nunzia Tramparulo, referente del Lazio.

«Le linee guida sulla regolamentazione del Linfedema sono in attesa di approvazione da parte del Ministero della Salute dal mese di gennaio» ha affermato Pastorelli sottolineando che «solo il sì al testo, che dovrà poi essere recepito dalle Regioni, potrà ridare dignità alle migliaia di pazienti che si stanno vedendo negato un diritto fondamentale: quello alla cura».

L’attuale normativa, infatti, comporta costi aggiuntivi per il nostro sistema sanitario perchè, per i casi più gravi, si rimborsano le cure all’estero. «Permettere le cure in tutto il territorio nazionale», fa notare l’esponente socialista «comporterebbe, non solo un notevole risparmio, ma migliorerebbe la qualità della vita dei malati che attraverso le costanti cure avrebbero un risultato efficace ed immediato sul proprio corpo».

L’incontro, è stato organizzato dalla responsabile del Terzo Settore del Partito Socialista, Barbara La Rosa, al fine di attivare iniziative concrete per l’approvazione “dell’Atto d’indirizzo del Ministero della Salute sul Linfedema e Lipedema”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento