martedì, 24 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Calcio: continuano a non capire…
Pubblicato il 07-05-2014


Me l’aspettavo. Squalifiche del campo e stadio a porte chiuse per Napoli e Fiorentina, ancora squalifica di curva per l’Inter. Continuano a non capire. Andiamo avanti così e non succederà nulla di nuovo. Non si vuole capire che la repressione generalizzata è controproducente. E che quel che conta è la repressione mirata. Bisogna colpire i violenti, non le persone perbene. Bisogna individuare e punire i colpevoli, non gli innocenti. Gli stadi vanno ripuliti, non chiusi e così le curve che vanno popolate di famiglie e di bambini. Si vuole importare il modello inglese, ma si capisce che quello inglese è il contrario del modello italiano che si continua a praticare? Si conoscono le norme inglesi? Gli stadi sono senza barriere e senza biglietti nominativi. E la repressione contro i violenti è spietata. Non si squalificano curve e stadi, ma si mettono in galera i responsabili. Ha ragione la Gazzetta. Le sue tre proposte sono già praticate in Inghilterra assieme alle altre che ho prima richiamato. Bisogna capovolgere il modello italiano. Non ripresentarlo.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Qualche volta mi viene il sospetto che il problema del calcio sia analogo a quello dell’economia. Dice Nino Galloni: “La speculazione finanziaria non vuole un’economia prospera e ordinata perchè trae vantaggio delle turbolenze: alti e bassi. Se sono bassi chi gioca in borsa guadagna lo stesso.
    Se si riempiono gli stadi con le famiglie, saranno in meno a guardare la televisione. Con meno telespettatori meno soldi in pubblicità … E se diminuissero anche le scommesse?

Lascia un commento