domenica, 17 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Droga, prostituzione e contrabbando nel calcolo del Pil
Pubblicato il 23-05-2014


Nuova Metodologia Calcolo  PilTre le macro categorie in cui sono state suddivise le innovazioni dei metodi di misurazione e delle fonti che saranno introdotte a partire dal prossimo autunno: i cambiamenti metodologici connessi al Sec2010 – il nuovo sistema europeo dei conti nazionali e regionali che sostituirà il Sec95 – definito da Eurostat, il braccio statistico dell’Ue, altre modifiche sulle pratiche di compilazione dei conti e novità sui metodi nazionali di misurazione e nuove fonti statistiche nel nostro Paese. A renderlo è stato l’Istituto Nazionale di statistica (Istat) secondo cui questo nuovo metodo potrebbe far emergere revisioni significative dei dati registrati a partire dal 1995.

NELLE STIME ANCHE ATTIVITA’ ILLEGALI – Nell’ambito delle modifiche sulle pratiche di compilazione dei conti – non strettamente collegate al Sec2010 – ma condivise a livello europeo, a destare curiosità è l’inserimento di attività illegali nel calcolo dei conti dei Paesi appartenenti all’Unione europea, compresa dunque l’Italia. Il comunicato ufficiale diffuso a Bruxelles spiega in modo chiaro le linee guida delineate dall’Eurostat: “le attività di cui tutti i Paesi inseriranno una stima nei conti (e quindi nel Pil) sono traffico di stupefacenti, servizi della prostituzione e contrabbando (di sigarette o di alcool)”, in ottemperanza al principio di esaustività, già introdotto dal Sec95 secondo cui “le stime devono comprendere tutte le attività che producono reddito, indipendentemente dal loro status giuridico”.

LA SPIEGAZIONE DEL COMMISSARIO UE  – Secondo quanto spiegato da Emer Traynor, portavoce del commissario Ue al fisco, le attività illegali – come prostituzione e traffico di droga – «già facevano parte del calcolo del Pil da decenni, sia a livello Ue che internazionale», quello che cambia in Europa è che sarà «armonizzato» il calcolo e la definizione delle attività illegali.

LE NOVITA’ NEL CALCOLO DEL PIL – Per quanto concerne le principali novità del nuovo Sec che hanno impatto su alcuni dei maggiori aggregati, queste sono: la capitalizzazione delle spese in “Ricerca e Sviluppo”; la riclassificazione da consumi intermedi a investimenti della spesa per armamenti sostenuta dalle amministrazioni pubbliche; una nuova metodologia di stima degli scambi con l’estero di merci da sottoporre a lavorazione (processing), per i quali si registra il valore del solo servizio di trasformazione, e non più quello dei beni scambiati e infine la verifica del perimetro delle Pubbliche amministrazioni sulla base degli aggiustamenti metodologici introdotti dal sec2010.

Siria Garneri

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento