I tre ragazzi israeliani assassinati

La notizia é ufficiale. I tre ragazzi israeliani rapiti mentre facevano l’autostop sono stati uccisi e ritrovati cadaveri. Si tratta ovviamente di omicidio politico e il governo israeliano ha subito puntato il dito contro Hamas. Non possiamo naturalmente entrare nel merito di questo convincimento. Resta l’orrore per questo plurimo omicidio e la forte preoccupazione che la reazione di Israele metta in discussione la tregua tra lo stato ebraico e il governo della Palestina. Nuove nubi e piuttosto scure si agitano in Medio Oriente. In questo caso siamo con Israele colpito al cuore con un gesto criminale che ha puntato alla vita dei suoi ragazzi.

IL TORMENTONE

Riforme-Senato-Renzi

Con l’inizio del voto in Commissione affari costituzionali del Senato, si apre una settimana decisiva per le riforme e ricomincia il tormentone del sì o no all’elezione diretta dei senatori. La maggioranza … per ora tiene: sono infatti stati bocciati degli emendamenti (15 a 11) su cui i relatori e il governo avevano espresso parere negativo. I senatori di Forza Italia hanno votato con la maggioranza. L’unico a votare contro è stato Augusto Minzolini. Ma è solo l’inizio. Rimane l’incognita del voto dell’Assemblea i cui equilibri possono essere diversi soprattutto dopo il rafforzarsi del gruppo dei dissidenti: i trentasei senatori che hanno depositato un sub-emendamento con lo scopo di riproporre il Senato elettivo. Un gruppo che è cresciuto negli ultimi giorni e che forse potrebbe aumentare ancora dopo l’ultima adesione di Tito Di Maggio che ha portato a 19, tra cui il socialista Enrico Buemi, i senatori di maggioranza che si sono schierati per l’emendamento Chiti-Mauro. Continua a leggere

Petrolio. California: basta fracking, costoso e pericoloso

Shale-gasÈ un fulmine a ciel sereno quello che ha colpito, negli ultimi giorni, le lobby petrolifere interessate allo sfruttamento degli idrocarburi imprigionati nelle rocce del sottosuolo, shale gas e petrolio. Secondo un rapporto dell’US Energy Information Administration, infatti, sarebbero infatti soltanto 600 milioni i barili di petrolio estraibili, attraverso la tecnica del fracking, (la stessa che si usa per l’estrazione dello shale gas) dalla formazione di roccia compatta di Monterey, situata nella California centro- meridionale. Poco più del 4% delle stime precedenti, dunque, che ipotizzavano una capacità di estrazione di 13.700 milioni di barili, ovvero più del doppio delle formazioni attualmente sfruttate di Bakken (North Dakota) e Eagle Ford (Texas) messe insieme. Continua a leggere

Agenda appuntamenti

Roma, martedì 1 luglio ore 20,30 al Palco RCS all’interno della Festa dell’Unità, presentazione del libro “Italiani di razza umana” di Mattia Di Tommaso, edito da Ars Media Groups.
Alla presentazione prenderanno parte, oltre all’autore, l’avv. Alessandro Crasta, esperto in diritto dell’immigrazione, Claudia Bastianelli, segretario nazionale della federazione dei giovani socialisti e l’on. Marco Di Lello, parlamentare. Il dibattito sarà moderato da Claudia Daconto.
“L’idea di scrivere questo libro nasce nell’estate del 2012, quando insieme all’amico Vincenzo Iacovissi, valutammo, per la prima volta, l’opportunità di arricchire l’attuale dibattito italiano sull’introduzione dello “ius soli” con la stesura di questo testo che non ha la presunzione di “forzare” il tema, o di “convincere” qualcuno ma semplicemente quella di fornire una panoramica normativa e sociale del fenomeno migratorio che ha registrato una fortissima accelerazione nell’ultimo decennio”.
“Sono passati due anni, che in politica sono sempre tanti, basti pensare che in questo periodo si sono succeduti ben tre governi (Monti, Letta e Renzi), registrando, per la prima volta, la nomina di un ministro della Repubblica di origine non italiana (Cécile Kyenge) che tanto si è battuta per l’introduzione dello ius soli. In verità, sono state tantissime le realtà associative e politiche italiane che in questi anni hanno posto in essere diverse iniziative per sensibilizzare la collettività su questo tema. In Parlamento giacciono diverse proposte di legge. Ma la legge ancora non c’è”.
“Io sono convinto che i tempi siano ormai maturi per superare le discussioni “dottrinali” ed “antropologiche” introducendo una legge di “civiltà” che abbia la forza di superare le “resistenze” interne e che collochi l’essere umano nel posto in cui è destinato a stare: al centro degli interessi e delle dinamiche sociali, dove finalmente gli vengano riconosciuti i suoi diritti umani. Per buona pace di chi continua a vedere la migrazione come un fenomeno negativo, di pericolo e quindi da reprimere utilizzando tutte le energie statali, – afferma Mattia Di Tommaso – si vuole contrapporre quindi una visione positiva del fenomeno inteso come opportunità di crescita, di confronto, di allargamento dei propri confini e l’abbattimento violento delle proprie paure e resistenze nei confronti degli “altri”.

Dai giovani gli strumenti per crescere

Forum-Nazionale-giovani“Diritti, Lavoro e Autonomia. Dai giovani gli strumenti per crescere” questo il titolo dell’evento promosso dal Forum Nazionale dei Giovani (Fng) che ha visto la partecipazione di un centinaio di persone appartenenti alle associazioni under 35, ed è stato un importante momento informativo sulle opportunità che il portale della “Garanzia Giovani” – che in appena 6 giorni dalla sua messa online ha visto già un’adesione di 30.000 candidature – e l’“Erasmus Plus” offrono per il processo di crescita personale e professionale dei giovani. Ma è anche stato occasione di confronto e dibattito sull’Europa e il suo futuro. Continua a leggere

Palazzo Marino,
il Psi lascia il Pd
ora un’alleanza autonoma

Palazzo-Marino-PsiRoberto Biscardini lascia il gruppo del PD. “Nel 2011 – ha dichiarato – insieme all’allora segretario del PD mi ero candidato in quella lista insieme ad altri candidati di diverse sensibilità e senza tessera. Adesso le cose sono cambiate e i socialisti sentono la necessità con la loro cultura civica e riformista di dare un contributo più autonomo e più forte alla maggioranza di Palazzo Marino a Milano. Si apre così per noi una fase nuova, che non rinnega nulla del passato, una scelta che sarà essere di stimolo a tutta la maggioranza per fare di più. Dobbiamo arrivare bene alla scadenza del 2016 e ribadiamo alcune idee forza del nostro programma nell’interesse della città. Al primo punto c’è il tema della casa e delle periferie, con le sue ricadute sui problemi sociali e sulla sicurezza. L’obbiettivo deve essere, in primo luogo, quello di completare il piano di ristrutturazione di tutti gli alloggi oggi sfitti nel patrimonio comunale. Una contraddizione per tutti coloro che hanno bisogno di una casa. È un occasione troppo ghiotta per coloro che pensano di occuparli senza titolo. È per questo bisogna trovare le risorse” . Continua a leggere

Tutti insieme appassionatamente…

Mazzola propone Rivera alla Fgci, Muti accetta di dirigere la Mozart e continua a percorrere la strada di Abbado, il giovane avversario di Renzi, Orfini, accetta la presidenza del Pd, ci manca che Veltroni proponga D’Alema alla Commissione europea, poi le storiche dicotomie sono tutte superate. È tempo di calumè. Tempo di embrassons nous. Tempo di riconciliazioni in nome del bene superiore. Per questo Berlusconi intende mantenere fede al patto con Renzi, mentre il solo Brunetta si agita come un gatto, Alfano intende restare nel governo, anche contro Berlusconi e una parte di Sel si avvicina al nuovo esecutivo. Siamo nella fase dell’Italia che vuole riprendersi, nonostante il fallimento al mondiale. Vogliamo stare insieme per giocarcela. Solo che mentre Renzi punta sul rinnovamento pare che la Federcalcio intenda ripartire da nonno Tavecchio, 71 anni, da una vita alla Federazione dilettanti.

Ma diciamo la verità, stravecchio per stravecchio, Tavecchio per Tavecchio, anche Fassino sindaco di Torino e neo presidente dell’Anci non è un bambino. E che dire di Chiamparino, neo governatore del Piemonte? Così come dei ministri Paoletti e Padoan? Il rinnovamento renziano vale soprattutto per gli altri. Se sei renziano doc ti sono concessi alcuni anni in più di sopravvivenza. Il rinnovamento diventa flessibile come il deficit per la Merkel.

A tal proposito il mio amico Delrio ha oggi rilasciato un’importante intervista al Corriere nella quale annuncia una proposta davvero innovativa per abbattere del 25-30 per cento il debito italiano. Si sa che il problema dell’Italia non è il deficit, da tempo tenuto sotto il 3 per cento mentre la Francia l’ha abbondantemente superato, come la Germania anni orsono, ma il debito che in rapporto al Pil ha ormai raggiunto il 135 per cento, continuando dunque a salire. È evidente che senza una forte ripresa economica che produca più Pil, e in mancanza di forti risparmi sulla spesa, che peraltro da soli non basterebbero neppure, il debito resterà insopportabilmente alto. È questa la peculiarità dell’Italia, il nostro vizio che ci impedisce di essere credibili in sede europea.

Ebbene Delrio da un lato riassume bene il significato della nuova flessibilità della Merkel. Cioè rileva che si tratta di una disponibilità a non considerare nel deficit i fondi aggiuntivi a quelli europei e quelli per le emergenze (ristrutturazione edifici scolastici, fondi post terremoto ecc.), anche se dubita che saranno concessi entrambi, poi avanza una proposta che dice già concepita da Prodi e da Curzio. E cioè di creare un fondo europeo, a cui concedere in garanzia parte del patrimonio immobiliare italiano. In questo modo potrebbero essere concesse risorse per investimenti e abbattuto il debito. Vedremo. Non c’è dubbio che si tratti di una ipotesi interessante. Idee di Prodi e Quadrio Curzio. Due ragazzini…

Notizie in breve

Catanzaro – I Giovani Socialisti continuano la loro attività di ricostruzione.
Dopo la Federazione di Cosenza, è ora il turno della Federazione catanzarese per la quale è stFSG_Calabriaato nominato commissario provinciale il giovane Francesco Voci, di Sellia Marina, tra i giovani più attivi nell’ambito del PSI in provincia di Catanzaro.
È quanto si evince da una nota diramata agli organi di stampa dal segretario regionale dell’FGS Francesco Meringolo.

 

Ustica, dopo 34 anni
nessun colpevole

USTICA-StrageEssenzialità e semplicità. Questi gli ingredienti di Flight 870, progetto crossmediale che intende sfruttare nuovi media (come i social media, video virali, podcast, graphic novel) e nuove tecniche narrative (come quella infografica), per raccontare i noti fatti di Ustica, partendo dalle basi, riordinandoli e mettendoli in fila. L’obiettivo è quello di renderli comprensibili e condivisibili, riferendosi sia a chi, pur avendo vissuto gli anni del caso Ustica in prima persona ha ricordi poco chiari, sia a chi, più giovane, non conosce quasi nulla di quei drammatici fatti (http://flight870.com). Continua a leggere

‘La sfida delle riforme’
Interventi al Workshop PSI

Sciogliere-nodi-ViterboSi è tenuto venerdì e sabato a Viterbo, il Workshop del PSI, dal titolo ‘Sciogliere i nodi’, sul futuro del centrosinistra italiano nel dopo elezioni europee e su quali sono i nodi da sciogliere per costruire il cantiere della sinistra riformista ispirata ai valori del partito del socialismo europeo, alla luce anche degli ultimi fatti avvenuti in SEL. Amministratori, dirigenti e parlamentari socialisti si sono anche confrontati su temi come le riforme istituzionali, Europa, lavoro e questione sociale, riforma della giustizia. Continua a leggere