domenica, 24 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Arte, sport e beneficenza per celebrare il centenario del Coni di Roma
Pubblicato il 03-06-2014


Centoanni-Coni“100 Anni di Sport”, questo il titolo della retrospettiva, a scopo benefico, in mostra negli spazi del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) di Roma per celebrarne il centenario dalla costituzione. Nata da un’idea del talentuoso artista Fabio Ferrone Viola, l’esposizione presenta ventotto opere – incentrate sul tema delle attività sportive – di undici artisti che hanno deciso di donare la loro creatività per sostenere l’impegno dell’Associazione Bambin Gesù Onlus. Il ricavato delle opere vendute sarà infatti devoluto per il 50% all’associazione no profit. La mostra – curata da Farshad Shahabadi – sarà aperta al pubblico, con ingresso gratuito, dal 5 giugno al 2 luglio dalle 18,30 alle 21.

IL CURATORE: “PARALLELISMO TRA SPORT ED ARTE – “Una raccolta che vuole sottolineare” – spiega il curatore – “il parallelo fra sport e arte, che sin dai tempi antichi è un compendio vitale negli stimoli puri della civiltà e nella cultura dei popoli. Le opere esposte sono state realizzate con vari materiali e tecniche diverse, si spazia dal riciclato al plexiglas, da tecniche miste al classico acrilico, e hanno tutte una missione rievocativa e suggestiva”. L’Italia ha da sempre conservato la purezza dell’attività sportiva e la sana competizione, e l’esposizione ha lo scopo di rimarcarne lo spirito di “alcuni istanti memorabili della storia dello sport” – aggiunge Shahabadi. “Una preziosa collettiva che narra in modo inusuale le gesta degli sportivi che primeggiano nel mondo e tengono alta la nostra bandiera e mette in evidenza l’incredibile funzione etica e sociale che sport e arte possono suscitare”.

GLI ARTISTI E LE OPERE ESPOSTE – A donare le loro opere sono undici artisti di fama internazionale: Fabio Ferrone Viola, Ramiro Vasquez, Alessandro Sansoni, Lavinia Argenti, Monica Casali, Paolo Tamburella, Luigi Folliero, Irem Incheday, Diego Tortora e Salvo Ardizzone. Alcuni artisti si sono concentrati su personaggi-icona del modo dello sport; altri hanno scelto e descritto oggetti e azioni sportive che hanno lo sport come motore, ma anche come carburante delle emozioni.

Silvia Sequi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento