venerdì, 18 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Suor Cristina, una ‘hit’ pari solo a quello di Francesco
Pubblicato il 06-06-2014


Suor-Cristina-VoiceLa cronologia non ha importanza: di fatto i primi due tentativi di entrare a far parte di talent show musicali sono stati fallimentari. Il periodo è quello precedente ai voti, e le trasmissioni sono “X Factor” e “Amici”. Al terzo provino – quello per “The voice” – è andata meglio, anzi. È andata meravigliosamente bene, ma con la differenza che al nome e cognome Cristina Scuccia è anteposto il sostantivo “suora”. E gli abiti borghesi hanno lasciato il posto a tunica, velo e crocefisso.

Sin dalla prima esibizione la sorella siciliana è diventata un fenomeno mediatico di proporzioni mondiali, conquistando decine di milioni di spettatori. Nella serata conclusiva di ieri sera ha fatto balzare lo share al 21,03%, e oggi il social network “Twitter” è impazzito, facendo incetta di commenti, in maggioranza favorevoli alla suora, anche se non mancano quelli carichi di ironia. Ma se il talent show Rai fosse stato radiofonico a vincere sarebbe sempre stata la sposa di Dio? Ovvero, se la giovane suora si fosse presentata senza tunica e croce al collo, sarebbe stata comunque apprezzata e premiata per la bella voce? Forse sì, considerato lo scarso livello dei concorrenti. In ogni caso la domanda dovrebbe riguardare la capacità di giudizio, se è legata e dipendente dall’immagine oppure no?

Suor-Cristina-esordiGià a trasmissione iniziata, le prime critiche erano arrivate da Alessandro Cattelan, attuale presentatore del talent canoro “X-Factor” che aveva definito “comprensibile” il fenomeno suor Cristina, perché “una suora che canti così non capita tutti i giorni”. Ma il giovane conduttore ha poi aggiunto che quella di Suor Cristina “è una bellissima idea, che va però un po’ contro quello che “The Voice” ha sempre sostenuto cioè che da loro conta solo la voce. Suor Cristina non canta bene, però è un personaggio fantastico. E’ evidente che la voce non conta in quel caso”. Cattelan aveva lasciato intendere che senza velo e tunica la giovane siciliana passò inosservata, e oggi – con la stessa voce, ma con abiti differenti – sta furoreggiando in tutto il mondo.

Sempre di recente si è espresso l’unico fidanzato che suor Cristina ha avuto: un 25enne di nome Lucio che – in una recente intervista – ha raccontato il sogno di una vita intera della ragazza, ossia quello di ottenere successo nel mondo della musica. Sembra che all’epoca Scuccia avesse provato anche a entrare ad “Amici”, senza alcun risultato. Stesso insuccesso sembra essere stato registrato nei locali del suo paese d’origine, Comiso. Passato e fidanzati a parte, il presente della vincitrice religiosa prevede – oltre al consistente successo di pubblico, pari solo a quello di papa Francesco – un contratto con l’etichetta discografica “Universal”, ma lei ha già frenato, dichiarando di voler “attendere la decisione dei miei superiori”…

Silvia Sequi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
    • L’Avanti è un quotidiano a tutti gli effetti e ciò significa che non debba parlare sempre solo di “argomenti importanti” ma che si dedichi anche a cose “più leggere”! se certe notizie non le vuoi leggere basta che ti fermi alla sezione “lavoro” o “politica”..

  1. Penso che questo bel quotidiano (Avanti!) possa tranquillamente parlare anche di cose di cultura ( musica, arte ecc.) e comunque più leggere dei soliti tanti problemi. E’ giusto distrarsi un attimo (ve lo dice un quarantenne ultra precario) e con suor Cristina che canta è anche piacevole. Saluti socialisti!

  2. Nonvedo il programma ma naturalmente so di questa suora che ha anche compiuto il miracolo del rialzo degli ascolti. Leggo che ha recitato anche un padre nostro. Se mi piacerà (anche emma marrone mi sembra sia uscita da un èprogramma simile) non esiterò a sentirla, ma francamente le sue preghiere dalla rai, serviziopubblico finanziato anche col mio canone (e noi socialisti dovremmo sapere per primi che non c’è religione di Stato nel Paese) mi offende assai.

  3. Le donne vengono sempre sfruttate. Ormai nude o quasi non fanno più notizia, ma vestite e poi da suore! Vero colpo che incuriosisce. La gente guarda, i giornali commentano e gli indici di ascolto si alzano così la RAI può sbandierarli, giustificando anche i soldi che ci sfila per il canone di questo meraviglioso servizio pubblico. Questa ragazzotta bruttina, che urla a squarcia gola in un microfono finchè non è andata da suora non se l’è filata nessuno. Non faccio la moralista e non me ne importa niente, ma la religione, la fede, il senso del divino sono qualcosa di talmente intimo che non può essere sbandierato con esteriorità tanto sguaiata, ma si sa anche la Chiesa è in crisi e ha bisogno di propaganda.
    P.S Se devo essere sincera l’ho vista per 1 minuto e devo dirlo, mi ha fatto pena allo stesso modo delle concorrenti a Miss Italia che sfilano e quando aprono bocca dicono amenità incommentabili. La suorina non è molto diversa, poverina|

  4. Credo che suor Cristina sappia benissimo quello che fa (oltre tutto del successo non le importa niente). Convengo che la Rai, i media e tutto il resto si buttino a pesce su di lei in TV, ma lei che colpa ha? Forse quella di donare la sua voce ad una larga platea e, permettetemi, anche qualche buon valore e sentimento di cui c’è molto bisogno. Saluti socialisti!…..E cattolici anche.

    • Concordo con Tiziana Ficaci. La cattolicità e qualsiasi religione benissimo, ma nel privato. Tra l’altro essere cattolici non va spesso di pari passo con i buoni sentimenti (i casi sono tali che se ne può fare una statistica)

Lascia un commento