domenica, 19 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Più euro, dal 2015 anche
Vilnius nella moneta unica
Pubblicato il 04-06-2014


Lituania-EuroC’è chi dall’euro vuole uscirne e chi non vede l’ora di entrare. È il caso della Lituania. La famiglia dell’Euro infatti si allargherà ancora e dal prossimo gennaio anche la repubblica baltica ne farà parte facendo salire a 19 i partecipanti all’eurogruppo. La Commissione Ue ha infatti dato oggi il via libera al Paese in quanto “rispetta i criteri di convergenza”.

Il commissario agli affari economici Olli Rehn ha ricordando i progressi fatti negli ultimi dieci anni dal Paese dal suo ingresso nella Ue. “Il fatto che la Lituania sia ora pronta per adottare l’euro è la dimostrazione del suo lungo sostegno a riforme economiche e politiche di bilancio prudenti. Il pil pro-capite – ha detto Rehn – è passato dal 35% della media Ue nel 1995 al previsto 78% del 2015”.

La raccomandazione della Commissione deve ora essere discussa dal vertice Ue il 26-27 giugno, avere un parere del Parlamento europeo che si riunisce la prima settimana di luglio, e approvata in via definitiva dal Consiglio nella seconda metà di luglio. L’ingresso avverrà il primo gennaio 2015. La Lituania, secondo il rapporto della Commissione, risponde a tutti i cosiddetti ‘criteri di convergenza’ previsti da Maastricht: l’inflazione negli ultimi 12 mesi è stata in media di 0,6% (il limite fissato da Maastricht è 1,7%), il deficit è 2,1% nel 2014 (il limite è 3%), il debito è al 39,4% (il limite è 60%). Inoltre, i tassi di interesse sono al 3,6% e gli spread molto bassi “che riflettono la fiducia dei mercati nella Lituania”.

Redazione Avanti!

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento