venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Notizie in breve
Pubblicato il 09-06-2014


Biscardini, scrive a Pisapia per difendere un gruppo di lavoratori Amsa

Roberto Biscardini, consigliere socialista a Palazzo Marino, scrive a Pisapia per difendere un gruppo di lavoratori AMSA: “Caro Sindaco, ti chiedo un intervento diretto su A2A per il reintegro di 14 dipendenti ex-AMSA passati prima a E-utile e oggi ad Atos Worldgrid, per evitare il peggio, e cioè che subiscano la stessa sorte di due ingegneri di ASM, dipendenti di Selene, anch’essi ceduti prima ad E-utile e poi ad Atos, gruppo internazionale che opera nel settore informatico, licenziati nei giorni scorsi. Si tratta di due ingegneri, parte di un gruppo più vasto di 29 dipendenti nel settore informatico di ASM, che hanno avuto la stessa sorte dei 21 lavoratori di AMSA (di cui due subito reintegrati) sempre del settore informatico che per passaggi successivi si sono trovati ad essere dipendenti di Atos. Nonostante l’accordo firmato a suo tempo, che prevedeva alcune garanzie aziendali, i 14 dipendenti di AMSA (tali sono quelli superstiti rispetto ai 21 originari) non solo non devono rischiare il posto di lavoro ma devono poter, in base all’accordo e al principio del “job posting”, essere reintegrati nell’azienda madre. Così come ha fatto il sindaco Del Bono, che ha chiesto ad A2A di garantire il posto di lavoro ai dipendenti originari di ASM, sia a quelli ingiustamente licenziati sia a quelli oggi dipendenti di Atos, ti chiedo di intervenire presso A2A a tutela dell’ occupazione garantita dagli accordi sindacali per i lavoratori informatici originariamente di AMSA, oggi anch’essi dipendenti di questa multinazionale francese”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento