lunedì, 18 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pesaro diventa Città Volante tra arte di strada e danza acrobatica
Pubblicato il 10-06-2014


Funambolo-LoreniArte di strada, danza acrobatica, stati di sospensione in cui il respiro si interrompe per un attimo, prima di tornare a fare il suo percorso. Su questo labile confine si gioca la mescolanza tra terra e cielo, base solida e la più eterea delle leggerezze, l’arte del volo. Ed è proprio al volo e alla dimensione artistica in esso contemplata che è dedicata la quinta edizione de “La ½ Notte Bianca dei Bambini”, (www.mezzanottebiancadeibambini.it) in programma a Pesaro il prossimo 13 e 14 giugno.

LA KERMESSE – Nella due giorni di kermesse si esibiranno più di 20 gli artisti nei 50 spettacoli proposti e negli oltre 40 laboratori pensati per i bambini. In questo caleidoscopico mondo si concreta la fusione tra arte di strada e danza per regalare ai più piccoli, non solo le emozioni forti dello spettacolo dal vivo, ma anche per leggere il tema del volo in una chiave suggestiva. Lasciati i giochi, messi da parte i laboratori, gli svaghi più semplici, Piazza del Popolo intende offrire un palcoscenico artistico in tre dimensioni. Le tre dimensioni della totalità dello spazio e le tre dimensioni del vedere, sentire, esperire nella forma della riflessione artistico-culturale consapevole.

GLI ARTISTI E LE LORO PERFORMANCE – Tra i numerosi artisti che parteciperanno alla manifestazione i Flying Circus che, con il loro spettacolo “Codice del volo”, ripropongono ai più piccoli e ai più grandi l’interrogativo sempre affascinante sul perché l’uomo voglia volare. Una biografia parlerà del tema, quella del giovane Leonardo da Vinci e del suo progetto “Il grande Nibbio”. La rassegna chiuderà i battenti sabato sera con Andrea Loreni, spesso definito il funambolo-filosofo che, La riflessione si fa ancora più alta, si eleva dai tetti e dalla definizione dell’ambiente urbano, abbandona la ricerca di senso sul perché del volo e arriva alla terra di confine: quella della conoscenza. Il rapporto con la paura, la ricerca dell’equilibrio, l’assenza di tempo, il solo “hic et nunc”; il qui e ora. Loreni, la cui attività è iniziata nel 2006 con esibizioni in numerosi festival e manifestazioni in giro per l’Europa – quando è sul filo inizia a ripetersi: “Sono vento sono vento sono vento… perché è inutile cercare di opporsi, come si fa a combattere il vento?”

Siria Garneri

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento