sabato, 23 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Polizia, 512 idonei non ammessi. Proteste all’Europarlamento
Pubblicato il 20-06-2014


Polizia-idoneiNei giorni scorsi lo SPIR organizzazione sindacale della Polizia di Stato, ha  deciso di  sollecitare l’intervento della Commissione Sicurezza e Difesa del Parlamento Europeo  per mettere al corrente, senza censura alcuna,  della disastrosa situazione del comparto sicurezza italiano.  – “Era doveroso   fare questo  passo” – rende noto  Michele Olivieri segretario generale  dello SPIR – “dopo i tanti ni del  Governo anche in merito alla spinosa  vicenda dei  512 allievi  di Polizia di Stato  idonei non ammessi al concorso  dello scorso anno”.

Olivieri  si rivolge  direttamente al  Parlamento Europeo e lo fa in maniera   incisiva, che traspare dal contenuto  della mail inviata alla Commissione  Sicurezza e Difesa, sottolineando che “L’Europa deve  venire a conoscenza del silenzio  e dell’indifferenza  della politica italiana che da troppi anni  copre la condizione della sicurezza  del Paese e dei suoi operatori in maniera drammatica. La realtà in cui versa la Polizia di Stato italiana   è drammatica, i contratti di lavoro  sono   bloccati da  5  anni, progressioni di carriera bloccate, stipendi da fame, mezzi obsoleti, assegni di funzione decurtati,  512 idonei al concorso  Polizia di stato  ancora in attesa di assunzione a costo zero”.

Paradossale in tutta questa situazione  è il silenzio   che continua  ad imperversare  sotto  tutti i punti  di vista.  E come avevamo sottolineato  in un articolo precedente su Alganews  –  nonostante  30 tra interpellanze e interrogazioni, 3 ordini del giorno, 2 mozioni, al  Ministero dell’Interno. Si può davvero  pensare di aver garantita la sicurezza del Paese  con le forze dell’ordine ridotte in queste condizioni. Dal primo luglio l’Italia  avrà la Presidenza Europea, come si porrà il problema in quel contesto?

Antonella Soddu

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento