domenica, 19 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

‘La sfida delle riforme’
Interventi al Workshop PSI
Pubblicato il 30-06-2014


Sciogliere-nodi-ViterboSi è tenuto venerdì e sabato a Viterbo, il Workshop del PSI, dal titolo ‘Sciogliere i nodi’, sul futuro del centrosinistra italiano nel dopo elezioni europee e su quali sono i nodi da sciogliere per costruire il cantiere della sinistra riformista ispirata ai valori del partito del socialismo europeo, alla luce anche degli ultimi fatti avvenuti in SEL. Amministratori, dirigenti e parlamentari socialisti si sono anche confrontati su temi come le riforme istituzionali, Europa, lavoro e questione sociale, riforma della giustizia.

“Dedichiamo alla sinistra riformista questi due giorni di riflessione. Il PSI apre a un mondo di ‘esuli’, da ex Sel a ex Scelta civica, per un approdo politico comune sotto le insegne del partito del socialismo europeo. L’obiettivo è mettere in comune una storia e condividere la sfida delle riforme”- ha detto il segretario del PSI, Riccardo Nencini, aprendo i lavori. Per Nencini, “Il sistema dei partiti vive una crisi straordinaria. Di quelli nati dopo il ’92, ne sono rimasti in piedi solo tre. E dei partiti che risalgono nel 900 ci siamo solo noi. Voto elettorale europeo e modus operandi del governo ci dicono che si rafforza il sistema bipolare alla presenza di un forte partito anti sistema. C’é un polo di sinistra” – aggiunge Nencini- “autorevole, organizzato e con una leadership chiara ma è solo in formazione il polo di centrodestra. Scelta civica senza Monti e senza la ‘teoria del rigore ad ogni costo ‘ perde la sua ragione di esistenza, Sel attraversa una crisi difficile da superare.

La frammentazione di Sel è la conferma del fatto che la ‘Terra di Mezzo’, come la chiama Vendola, esiste solo nel ‘Signore degli Anelli’. Tra i prossimi obiettivi – ha proseguito il segretario del PSI – c’è quello di allargare il patto federativo con il PD sui territori, a cominciare dalle prossime elezioni regionali. É l’occasione per verificarne la tenuta. La festa dell’Avanti 2014 – ha annunciato Nencini – diventa Festa dei Riformisti e sara’ il luogo di confronto delle tante anime della sinistra di governo italiano e dei tanti esuli della sinistra. Il PD di Renzi non é il PD delle origini, figlio di un compromesso tra sinistra Dc, ex Pci e Margherita. É un partito più laico e che ha fatto scelte chiare nella sua collocazione europea”. Nencini  ha fatto poi il cronoprogramma delle prossime iniziative parlamentari dei socialisti: “proposta di legge costituzionale sulla modifica del Titolo V della Costituzione, voto amministrativo ai sedicenni e risoluzione della questione esodati finanziando il provvedimento con fondi derivanti dalla tassazione del gioco d’azzardo contro il quale faremo una lotta senza quartiere. Una campagna pubblica contro le accise nelle bollette – costi  gonfiati senza nessuna relazione con il servizio conferito – percorrerà l’intera estate. Obiettivo: ridurre il carico fiscale” – ha concluso Nencini.

“Apprezzo il coraggio con cui parlamentari e dirigenti della sinistra – ha detto a sua volta il capogruppo a Montecitorio, Marco Di Lello riferendosi alle ultime vicende avvenute in Sel – hanno scelto di mettersi i discussione per coerenza ai valori del PSE”. “Non è più tempo del piccolo cabotaggio ma di grandi ambizioni”. “Sono convinto che seguendo la comune stella polare del socialismo europeo, le nostre rotte sono destinate ad incrociarsi. E noi lavoriamo per questo”.

Nella due giorni viterbese, presieduta dal presidente del Cn del Psi Carlo Vizzini, le relazioni tematiche sono state svolte da Mauro Del Bue, Mauro Quercioli, Bobo Craxi, Enrico Buemi e Marco Di Lello. Sono intervenuti nel dibattito: Aldo Potenza, Felice Borgoglio, Luigi Iorio, Federico Parea, Gennaro Acquaviva, Giovanni Giribuola, Antonio Venturino, Maria Rosaria Cuocolo, Luigi Covatta, silvano Rometti, Fabio Guerriero, Arcangelo Merella, Marco Andreini, claudia Bastianelli, oscar Tortosa, Claudio Bucci, Lorenzo Catraro, Francesco Castria,Massimo Carugno, Ugo intini, Gianfranco Schietroma, Enzo Peluso, Rita Cinti Luciani, Oreste Pastorelli, Corrado Oppedisano, Vincenzo Iacovissi.

AscRadio_Eretikaolta la sintesi sul workshop realizzato da RadioEretika con ampi stralci dell’intervento di Riccardo Nencini

Redazione Avanti!

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento