venerdì, 25 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il sentito omaggio
del pubblico romano
all’Orquesta Buena Vista
Pubblicato il 18-07-2014


orquestra-buena-vista-social-club

“Vogliamo che la nostra tradizione musicale viva e incontri il mondo. Questo è l’obiettivo dei nostri tour e questo è quello che ho cercato di fare per gran parte della mia vita e della mia carriera”. Questo il leitmotiv di Omara Portuondo, diva cubana e ospite d’eccezione del concerto dell’“Orquesta Buena Vista Social Club”, che ieri sera ha salutato il pubblico romano. Dopo 16 anni di viaggi, migliaia di esibizioni in tutto il mondo, i musicisti della leggendaria orchestra sono tornati in Europa per l’ultimo tour di addio.

L’ADIOS TOUR – La serata, in una gremita Cavea dell’Auditorium Parco della Musica è stata l’occasione – unica e ultima – per farsi trasportare dagli irresistibili ritmi cubani della celebre orchestra che la platea ha omaggiato con sentiti applausi e una lunga standing ovation al termine del concerto. Sotto la direzione musicale del direttore e trombonista Jesus “Aguaje” Ramos, la line up del tour coinvolgerà diversi elementi presenti nell’album e nel film d’esordio come il cantante e chitarrista Eliades Ochoa, il trombettista Guajiro Mirabal e il virtuoso di Laud Barbarito Torres.

L’ORQUESTA – L’Orquesta Buena Vista Social Club realizzò il suo unico album in studio nel 1997, prodotto da Ry Cooder; il disco riscosse immediatamente un enorme successo di pubblico e critica, vincendo anche un Grammy Award. All’album fece seguito, nel 1999 il fortunatissimo docu-film di Wim Wenders, e da allora la storia dell’orchestra è stata un susseguirsi di tour internazionali e di album solisti dei componenti del gruppo, che hanno dato vita a un vero e proprio “fenomeno Buena Vista” che in origine era il nome del club, a l’Havana, attivo dal 1932 e riservato ai neri durante gli anni della dittatura di Fulgencio Batista.

Silvia Sequi

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento