sabato, 18 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Germania, turismo
e sostenibilità
Pubblicato il 03-07-2014


Germania, palafitte preistoriche nella regione alpina (1)

Nel 2014 la Germania punta sui 38 siti Unesco per promuovere il turismo culturale e naturalistico, proponendo 8 itinerari e 7 aree tematiche. “Meraviglie della natura e orgogliose città” è l’itinerario che sviluppa il tema dei centri storici partendo da Brema, che a settembre ospita il Festival, e prosegue verso il Mare del Nord nelle paludi salmastre e zone umide del Wattenmeer, col punto di sosta delle foche a Norddeich e l’ampia distesa di isole e halligen sommersi dall’alta marea. Si prosegue per Lubecca, capitale dei primi commerci mondiali.

“Visionari e precursori” segue il tema architettura e design, da Martin Lutero ai modernisti di Berlino e la scuola d’arte Bauhaus a Dessau-Roßlau, dove a settembre si svolge una festa di forme, colori e progetti sonori. A Weimar si visitano altri luoghi del Bauhaus. L’incontro con Lutero avviene a Wittenberg dove affisse le tesi alla porta del castello Schlosskirche, a Eisleben città natale, a Erfurt, nella fortezza Wartburg.

“Tesori del sottosuolo e architettura”, propone il tema natura, paesaggi e giardini in un’esperienza ricca di contrasti tra reperti archeologici della preistoria e la storia dell’industria con la visita alle officine Fagus ad Alfeld tuttora attive. Poco oltre, Hildesheim e i gioielli romanici del duomo e della basilica di S. Michele col monumentale dipinto sul soffitto ligneo dell’albero genealogico di Cristo. A sud-est la miniera del Rammelsberg testimonia la ricchezza del minerale di ferro della zona.

“Vivacità e cultura” parte da Francoforte e costeggia il Reno solcato in estate dalle barche, in un paesaggio dalla bellezza che entusiasmò i romani. L’itinerario è disseminato di castelli e fortezze, tra cui Augustusburg in stile rococò, sede di concerti da maggio ad agosto. Il duomo di Aquisgrana, primo monumento Unesco, esprime l’idea dell’impero di Carlo Magno, il “padre d’Europa” al quale è dedicato l’anno 2014.

“Castelli e giardini” parte dalla Weimar classica legata a Goethe e Schiller, a luglio e agosto sede di vari spettacoli. A nord si giunge al primo giardino all’inglese dell’Europa continentale che è il regno dei giardini di Dessau-Wörlitz, dove è possibile affittare appartamenti tra maggio e settembre per assistere ai numerosi concerti dell’Estate dei giardini. A Potsdam da visitare il castello e il parco Sanssouci, sintesi di natura e cultura e il Neues Palais.

“Epoca romana e stile di vita” parte da Francoforte sul Meno, dove il Limes altogermanico-retico eretto dai romani difendeva l’impero dai barbari. Un viaggio attraverso la Baviera in luoghi affascinanti e impregnati di musica: Würzburg con uno dei più sontuosi palazzi d’Europa che ospita la Festa di Mozart a giugno; i concerti d’organo a Bamberga,il festival di Wagner a Bayreuth, le giornate di musica antica a Ratisbona.

“Spiritualità e ospitalità” riporta indietro nel tempo, quando il paesaggio era caratterizzato da campanili e ciminiere. Dalla romana Treviri con anfiteatro, terme imperiali, basilica di Costantino e la Porta Nigra. L’impianto siderurgico Völklinger Hütte nel Saarland è simbolo dell’Europa moderna. “Tra le Alpi e il lago di Costanza” fa scoprire l’isola monastica Reichenau con le tre chiese romaniche. Le palafitte preistoriche ai piedi delle Alpi sono reperti dell’età del bronzo. Da maggio a ottobre è percorribile a piedi nudi il sentiero del paleolitico di Unteruhlingen.

 

Guerrino Mattei

 

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento