venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il trionfo di Cris Cab al Coca-Cola Summer Festival
Pubblicato il 30-07-2014


Cris-crab-coca-cola-summer-festivalTra i giovani vincono i Santa Margaret e spazio anche a Clean Bandit, disco di platino con “Rather be”. “Libera la tua effervescenza” e “stappa la felicità”. Non è solo lo spot della pubblicità della Coca-Cola, ma anche la filosofia che ha tenuto in piedi il Coca-Cola Summer Festival che ha sponsorizzato. Andata in onda l’ultima puntata lunedì 28 luglio (dopo quelle del 7, del 14 e del 21), con diretta registrata a piazza del Popolo a Roma, ne rimane il contatto diretto col pubblico che ha saputo costruire.

Infatti il sottotitolo, “Dillo con Coca-Cola”, esprime bene l’obiettivo di incentivare la capacità di comunicare emozioni, pensieri, stati d’animo tramite la musica; soprattutto le idee e le esperienze personali della gente comune (del pubblico appunto), da condividere in privato o sul palco, ma sempre con una canzone, con una frase scritta sulla bottiglia della bevanda. Incentivando la partecipazione, anche scendendo tra la gente, come hanno fatto i presentatori e i cantanti. Una formula vincente, come quella di una presentazione più briosa sempre più spesso, nell’arco delle quattro puntate, a tre: ad affiancare, infatti, Alessia Marcuzzi, Rudy Zerbi ed Angelo Baiguini (speaker di radio RTL 102.5, che seguiva l’evento). Così come indovinata l’intuizione di coinvolgere maggiormente i big, rendendoli protagonisti anche da giudici per la gara dei giovani.

Un modo per unire ulteriormente la musica di ieri e di oggi, favorendo lo scambio di consigli. Questo sicuramente ha elevato il livello della trasmissione, portando sul palco star internazionali quali Laura Pausini, Biagio Antonacci e Fiorella Mannoia, responsabilizzandoli ancora di più. Sicuramente hanno costituito i momenti più alti dell’evento canoro. Oltre all’arrivo di ospiti stranieri famosi. Forse l’ultima puntata e la prima sono state le puntate più entusiasmanti e non solo per le premiazioni. Un velo di romanticismo in più e di eleganza è sembrato scaturirne: a partire dalla Marcuzzi (più raffinata in un abito lungo nero, semplice, sobrio, ma molto fine) per proseguire con tutti i cantanti. A rendere tutto più particolare l’arrivo in Italia di Clean Bandit, che si è esibita in “Rather be” e in “Extraordinary” (alla fine della trasmissione), per festeggiare il disco di platino, anche in Italia, con il primo dei due brani che è stato uno dei singoli più venduti, in vetta alle classifiche (anche nostrane) per diverse settimane (più di 22 per l’esattezza).

L’artista ha saputo far ballare il pubblico, pur rimanendo molto composta ed elegante appunto nella sua esibizione. Rilevante anche che a vincere (sia la puntata che la trasmissione) sia stato il brano di un altro artista internazionale: Cris Cab con la sua “Liar Liar”. Senza considerare la partecipazione del duo hip-hop norvegese di Nico e Vinz con “Am I wrong”. Durante lo scorrimento dei titoli di coda finali è stato mandato in onda il video del nuovo singolo di Cris Cab “Loves me not” e sicuramente sentiremo molto queste due canzoni venir passate alla radio. Già sono ormai due veri tormentoni estivi. Spazio anche ai giovani: i Santa Margaret con “Riderò” vincono su Timothy Cavicchini (con “Fondamentalmente”) e su Raige con “Ulisse”. Evidentemente si è cercato un pizzico di novità con questo gruppo con una vocalist dalla voce graffiante. Meno nuova la sfumatura di rap di Raige e forse meno armonica è risultata la verve (tendente un po’ al rock quasi) di Timothy nel gridare quel suo “Fondamentalmente”.

Il rap, infatti, si è dimostrato vincente, ma forse già assodato, con Gabry Ponte (quarto classificato con “La fine del mondo”) e con Emis Killa, terzo con la sua “Maracanà”e forte della spinta dei recenti mondiali di Brasile. Successo anche per Francesco Renga con la sua “Il mio giorno più bello nel mondo”, che si piazza in quinta posizione nella classifica definitiva (scaturita dalla sommatoria dei voti del pubblico e dei passaggi in radio di Ear One; un “mixaggio”, come ha detto più volte la Marcuzzi entusiasmata dal termine, che ha stravolto a volte le posizioni). E “Sento solo il presente” di Annalisa, giunta seconda nell’ultima puntata, recuperando una postazione dalla puntata precedente in cui si era piazzata terza.

Barbara Conti

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento