venerdì, 22 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Notizie in breve
Pubblicato il 11-07-2014


PD-PSI. INCONTRO GUERINI-SCHIETROMA. RAFFORZARE PATTO FEDERATIVO  

Il vicesegretario del Pd, Lorenzo Guerini, ha incontrato giovedì 10 luglio, il responsabile della segreteria del Psi, Gian Franco Schietroma, per fare il punto sul patto federativo PD-PSI sottoscritto tra i due partiti e per estenderlo a Comuni e Regioni

“Dopo lo straordinario risultato conseguito alle elezioni europee dalla lista PD-PSE – ha detto Schietroma dopo l’incontro –  l’obiettivo comune è quello di rafforzare i rapporti tra i due partiti, realizzando le migliori sinergie su tutto il territorio nazionale, nelle Regioni e nei Comuni. Questa alleanza – ha sottolineato Schietroma –  è del resto naturale, specie dopo il recente ingresso del PD nel PSE, ed ha lo scopo di contribuire a sostenere al meglio l’azione politica del Governo Renzi per dare corpo alle grandi riforme di cui l’Italia ha bisogno. La priorità – ha aggiunto il dirigente socialista – è soprattutto la difesa dei più deboli. E per più deboli devono intendersi, innanzitutto, i giovani ancora senza occupazione, coloro che hanno perso il lavoro o rischiano di perderlo e gli esodati, i quali, dopo una vita di sacrifici, si ritrovano senza stipendio, senza reddito e senza pensione” – ha concluso Schietroma.

Buemi: abolire privilegi dipendenti Camere

Roma, 11 luglio 2013 – “Non poteva mancare il pateracchio dell’ultim’ora: un emendamento a prima firma Sposetti affronta la questione del ruolo unico dei dipendenti del Parlamento e dei gruppi nel solito modo opaco ed incompleto, lasciando soggetti amministrativi separati ed autodichie da armonizzare”, lo ha dichiarato il senatore Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia. “L’unica cosa certa è che i rapporti delle Camere con i terzi (il che significa appalti e forniture) sono tutti fatti salvi – ha continuato Buemi – compresa l’informatizzazione delle portinerie che tanti dubbi ha sollevato in ordine all’efficacia della spesa del Senato negli anni scorsi (vedi http://azimonti.blogautore.repubblica.it/2014/05/16/il-grande-fratello/)”.

“Gli emendamenti del Gruppo socialista del Senato (1.18 e 34.1000/2) erano gli unici che affrontavano il problema alla radice, prevedendo l’unificazione delle amministrazioni costituzionali ed una loro armonizzazione con la disciplina appaltistica generale e quella del restante pubblico impiego” – ha spiegato il senatore del Psi. “Una scelta forse costosa, ma resa necessaria dalla tutela del diritto dei dipendenti di rivolgersi al giudice esterno, una volta che si decide di modificare i rapporti contrattuali in essere”.

“Non è questa la strada che la Commissione ha voluto perseguire, preferendo proseguire con indicibili connubi tra politica ed amministrazione. Ecco perché tra i pochi emendamenti che saranno presentati dai socialisti in Aula – ha concluso Buemi – ve ne sarà uno che abolisce l’autodichia senza se e senza ma. Solo in questo modo si potrà ricondurre a legalità la gestione dei Palazzi del potere, ponendo fine ad una fonte di continuo discredito delle Istituzioni rappresentative.”

PSI-Crocetta, rinsaldati i rapporti

Palermo, 10 luglio – Incontro ufficiale a Palazzo D’Orleans, a Palermo, tra una delegazione socialista e il Presidente della Regione Siciliana, on. Rosario Crocetta. La delegazione, guidata dal deputato questore all’Ars on. Nino Oddo, leader dei socialisti siciliani, era composta dal segretario regionale del PSI, on. Giovanni Palillo, dal Presidente del Consiglio Nazionale del PSI, sen. Carlo Vizzini, e dal vice presidente dell’Ars, on. Antonio Venturino.Oddo_Crocetta_

L’incontro è stata occasione per rinsaldare i rapporti tra i socialisti e il governatore Crocetta e affrontare alcune tematiche impellenti a livello regionale e provinciale, nell’ottica di una politica indirizzata alla massima collaborazione. Il PSI, con due parlamentari all’Ars, è riconosciuto come secondo partito, dopo il PD, nell’ambito del centrosinistra siciliano; in virtù di questa forza e della collaborazione diretta con il Governo Nazionale e con il vice ministro alle infrastrutture Riccardo Nencini, i socialisti hanno presentato una proposta al Presidente Crocetta che permetterà alla Sicilia di superare il gap in materia di infrastrutture. Verranno reperite delle risorse dal Piano Infrastrutturale Nazionale da destinare ad interventi scolastici ed infrastrutturali sull’isola.Palermo_delegazione_socialista_Crocetta

Il governatore Crocetta, nel sottolineare il ruolo dei socialisti all’interno del parlamento siciliano, ha tenuto a rimarcare in particolar modo il rapporto di amicizia, stima e collaborazione instaurato con l’on. Nino Oddo. “Ringrazio ufficialmente l’on. Oddo- ha dichiarato Crocetta- per la vicinanza umana ed il contributo di governo apportato in questo anno e mezzo di attività parlamentare”. Nel corso dell’incontro, l’on. Nino Oddo ha colto l’occasione per rivolgere un appello al Presidente Crocetta finalizzato a scongiurare la chiusura di tre enti culturali trapanesi: la Biblioteca Fardelliana, il Luglio Musicale e il Consorzio Universitario. “ Ho chiesto un impegno finanziario concreto della Regione- ha fatto sapere Oddo- per scongiurare che questi baluardi di storia e cultura della città di Trapani cadano sotto le macerie dell’ex Provincia Regionale di Trapani”. Il governatore Crocetta ha assicurato al deputato questore che si farà carico di questo impegno, promettendo la massima collaborazione e la massima attenzione per il territorio trapanese.

Nel Progetto Seveso affrontare anche il problema della Martesana

Milano, 10 luglio 2014 – Dichiarazione di Roberto Biscardini consigliere comunale e Presidente dell’Associazione Riaprire i Navigli: ”Se permane la logica dell’emergenza i problemi del Seveso non avranno mai una soluzione positiva. Occorre un progetto strategico generale e definitivo. All’interno di questo progetto di sistemazione idraulica complessiva bisogna inserire la separazione delle acque del Seveso da quelle del Naviglio Martesana sotto via Melchiorre Gioia, la cui unificazione rappresenta uno dei più grandi errori compiuti dall’idraulica milanese nel secolo scorso. Anche questo è un intervento urgente non solo per riaprire il Naviglio della Martesana ma per evitare ulteriori pericoli e disagi alla città.”

Mose: Giunta respinge remissione atti Galan a magistratura

(ANSA) – ROMA, 10 LUG – La Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera dei Deputati ha respinto, con 14 voti contrari e 4 a favore, la richiesta avanzata da Marco Di Lello (Psi) di rimettere gli atti riguardanti Giancarlo Galan per l’inchiesta Mose per motivare gli atti rispetto alla nuova normativa sugli arresti. Il relatore Mariano Rabbino si è astenuto. La Giunta ora dovrà votare sulla richiesta di arresto.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Da cosa si capisce, in periferia , che tra PD e PSI esiste un Patto Federativo. In quale parte del Paese, nel PD vengono coinvolte le risorse del PSI? Se il Patto deve servire a pochi dirigenti per essere graziati, il patto si trasforma nel “ratto dei psini”.

Lascia un commento