giovedì, 24 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Notizie in breve
Pubblicato il 17-07-2014


Tortosa : treni Orte-Roma, attendiamo ancora risposte dall’assessore Civita 

“Con piacere ho letto oggi (17 luglio) sulla stampa che l’assessore ai trasporti, Michele Civita, e il Presidente della Commissione Trasporti della Regione Lazio, Enrico Panunzi, stanno lavorando per scongiurare la soppressione della fermata di Orte sulla linea ferroviaria Perugia-Roma. Una soppressione che aggraverebbe ulteriormente il già difficile quadro di disagi che i pendolari sono costretti a sopportare quotidianamente tra continui ritardi, sovraffollamento e condizioni sanitarie inaccettabili. Sul potenziamento della linea ferroviaria Orte-Fiumicino e sul miglioramento delle condizioni di viaggio dei pendolari, in particolare per  le migliaia di viaggiatori che quotidianamente si spostano dalla Bassa Sabina e dalla provincia di Viterbo verso Roma per motivi di studio e di lavoro, resta ancora senza risposta un’interrogazione che ho presentato lo scorso aprile e che spero verrà discussa al più presto proprio dall’Assessore Civita e dal Presidente Panunzi. Mi auguro inoltre che il contatto avviato con l’assessore ai trasporti della Regione Umbria, Silvano Rometti,  trovi uno sbocco risolutivo rapido. Io stesso, che da mesi sto lavorando al problema insieme all’On.le Oreste Pastorelli, deputato PSI alla Camera, contatterò l’assessore Rometti affinché collabori attivamente per rendere la ferrovia Perugia-Roma una linea davvero efficiente al servizio degli utenti”.
Così in una nota Oscar Tortosa, capogruppo del Partito Socialista italiano e vice presidente della Commissione Attività produttive al Consiglio Regionale del Lazio.

Biscadini, il caso Maroni merita un atteggiamento garantista

Milano, 17 luglio – Dichiarazione di Roberto Biscardini, consigliere socialista di Palazzo Marino: “Ancora sul caso Maroni. Non entro nel merito delle solite manfrine tra maggioranza e opposizioni quando di mezzo ci sono in corso indagini giudiziarie. Ma senza  prendere le difese di nessuno, mi sembra che le vicende che stanno in questi giorni riguardando di nuovo EXPO a partire dall’indagine della procura di Busto Arsizio sull’attività del presidente della Regione Roberto Maroni, meritino  la più totale cautela e mi sento di esprimere ancora di più il mio più convinto garantismo. Nel caso specifico si ha la sensazione che si stia correndo dietro alla pagliuzza nell’uovo quando la matassa delle induzioni indebite  meriterebbe ben altre attenzioni. Quindi cautela, perché non vorrei trovarmi presto di fronte all’attività di una piccola procura che, come altre negli anni passati, hanno arrecato con grande clamore più danni alla cosa pubblica di quanto non abbiano fatto sul fronte della giustizia.”

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento