domenica, 19 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Luciano Lunghi: Per le riforme era meglio la Costituente
Pubblicato il 30-07-2014


Caro Mauro,
ciò che sta succedendo in questi giorni in Parlamento, dove si sta dibattendo una delle importanti riforme col sistema Renziano è, a dir poco inconcepibile. Noi Socialisti, ancor prima delle Bicamerale del fu Governo D’Alema. Abbiamo sempre detto che per aggiornare la seconda parte della Costituzione, era necessaria l’ Assemblea Costituente, con la rappresentanza di tutti i partiti. Purtroppo gli “scorcioni” (detto alla Turati), per fare la via breve, fanno perdere ai due rami del Parlamento, molto più tempo e con sistemi – spesso – antidemocratici. La speranza è che da tutta questa bagarre possa uscire qualche cosa di positivo e di lunga durata. Non so se avremo questa soddisfazione, anche perché: davanti abbiamo scadenze come l’Italicum, la lotta agli sprechi, il conflitto di interessi, il rilancio dell’economia, etc, etc…

Luciano Lunghi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento